SARONN0 – E’ stata la mezzosoprano Francesca Di Sauro che si è esibita in “Una voce poco fa” da Il Barbiere di Siviglia di Rossini la vincitrice del primo concorso internazionale di canto lirico “Giuditta Pasta” andato in scena ieri sera nell’omonimo teatro cittadino.
Grande emozione e buona presenza di pubblico non solo per i dieci finalisti ma anche per la giuria guidata da Cecilia Gasdia. Ad accompagnare i finalisti, selezionali su oltre 130 candidature, l’orchestra Lake Como Philarmoniker diretta dal maestro Roberto Gianola.

Ricco il parterre di autorità dal sindaco Alessandro Fagioli al presidente della fondazione Oscar Masciadri anche se la vera madrina del concorso è stata l’assessore alla Cultura Maria Assunta Miglino che ne ha seguito ogni fase con passione ed emozione come da lei stessa raccontato con tanto orgoglio e “saronnesità” sul palco dopo i ringraziamenti di Masciadri.

Il concorso, che secondo il primo cittadino Fagioli è nato come biennale ma che “l’amministrazione potrebbe essere disposta a finanziare con cadenza annuale”, ha visto la vittoria Francesca Di Sauro seguita dal baritono di Assisi Luca Galli e dal tenore sudcoreano Ryu Yonghyun. A quest’ultimo che si è esibito ne “Nessun dorma” da Turadot di Puccini anche il premio della giuria popolare presieduta da Silvana Bergamini. Il premio speciale della giuria è andato ex aequo al soprano Qi Ling e al baritoni Youngjun Park.

(per le foto si ringrazia Edio Bison)

2605219

4 Commenti

  1. Grazie per l’articolo per le foto come Oresidente del Teatro mi auguro si possa col tempo organizzare eventi di questa elevatura culturale.
    Grazie a tutti
    Oscar Masciadri Presidente della Fondazione Teatro Giuditta Pasta

  2. Bella iniziativa, questa volta meritevole.
    Sono anche queste le cose che servono alla città di Saronno.

Comments are closed.