SARONNO – E’ stata pubblicata negli ultimi giorni sul sito comunale l’asta pubblica per i terreni di via Deledda che l’Amministrazione comunale vuole vendere “per permettere alle aziende limitrofe di sviluppare nuovi progetti”.

La base d’asta è di 121.500 euro per un terreno di 1,350 metri quadrati in via Deledda parte del campo nomadi cittadino. L’obiettivo dichiarato è quello di mettere il terreno a disposizione delle attività produttive adiacenti in modo che possano potenziare e implementare le proprie attività produttive. La vendita di quella porzione di campo nomadi, che al momento è occupata da 4 piazzole con altrettante famiglie, è al centro di un vivace dibattito cittadino.

L’operazione è iniziata la primavera scorsa quando in consiglio comunale l’Amministrazione ha portato una determina per spostare 4 piazzole dello storico campo nomadi nella zona industriale dietro al cimitero ad un prato verde tra Saronno e Gerenzano nel cuore di un quartiere residenziale. Gli abitanti, saronnesi e gerenzanesi, si sono mobilitati sottolineando diverse criticità allo spostamento organizzandosi nel comitato “Uniti per Grandi e Battisti” incontrano le due amministrazioni comunali. Hanno ottenuto la sospensione del provvedimento ma in assenza di garanzie sul ritiro della delibera il comitato ha presentato un ricorso al Tar.

L’ultimo intervento del sindaco Alessandro Fagioli in materia risale all’autunno scorso quando ha dichiarato di essere alla ricerca di “soluzioni alternative che permettano di poter compiere quell’operazione che il consiglio comunale ha votato ossia di mettere in vendita quell’area (le 4 piazzole di via Deledda ndr) e per dare un alloggio alle famiglie che vi vivono. Visto che sono famiglie italiane e residenti a Saronno hanno gli stessi diritti di tutti altri saronnesi”. In realtà in prima battuta i sinti che vivono nelle piazzole avevano rifiutato la possibilità di accedere ad alloggi comunali e proprio da questo rifiuto era nata l’idea di spostare le 4 piazzole al confine con Gerenzano.

In ogni caso il progetto del Comune è andato avanti: la vendita è stata inserita anche nel documento unico di programmazione per il 2019. Ora con la pubblicazione dell’asta pubblica il tema torna sotto i riflettori visto che ancora non sono arrivate risposte sulle soluzione trovate per le famiglie che vivono sulle 4 piazzole.

(una serata a Gerenzano dedicata al tema)

02062019

7 Commenti

  1. Cari concittadini di via Grandi e Battisti preparatevi ad accoglierli, il loro arrivo con questo atto formale è sempre più imminente.

  2. ……certo servono soldi per l’ “aia feste”!
    Vedremo a quanto verrà venduta questa area!

    Capolinea!

  3. Che dire…quattro piazzole in 1350 metri quadrati !!! alle comodità è ben difficile rinunciare..
    .

Comments are closed.