SARONNO – Elezioni europee, come andrà a finire? Per quanto riguarda Forza Italia, l’europarlamentare saronnese Lara Comi, dopo due mandati consecutivi, è stata la prima delle non elette nella circoscrizione nord occidentale, che comprende Lombardia, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta. Due i posti disponibili, in ambito di circoscrizione, per gli azzurri: il più votato lo scorso 26 maggio è stato il capolista Silvio Berlusconi (187 mila e 350 preferenze), secondo posto per Massimiliano Salini (37 mila a 128 preferenze) e terza appunto Lara Comi (32 mila e 308 preferenze), dietro di loro il vuoto. Ma Berlusconi era capolista in tutte le circoscrizioni e per andare a Bruxelles basta che sia “eletto” in una di esse, nelle altre lasciando il posto a chi per ora è escluso. Considerando che nella circoscrizione nord orientale la prima delle non elette di Forza Italia è Irene Pivetti, che di preferenze ne ha ottenute solo 9191, facile prevedere quale sarà – nei prossimi giorni – la scelta di Berlusconi e che Comi tornerà subito in Europa.

Per quanto riguarda la Lega Nord, il candidato locale era il sindaco (ora vicesindaco) di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo popolarissimo nella zona per le sue battaglie contro lo smercio di droga nei boschi della zona e per la sicurezza. Nella circoscrizione nord occidentale Cattaneo ha ottenuto 16163 preferenze ed è dodicesimo. Ma il capolista Matteo Salvini rinuncerà sicuramente, “liberando un posto”, e quindi Cattaneo sarebbe già virtualmente undicesimo, ovvero il secondo dei non eletti. Ha possibilità di andare a Bruxelles? Potrebbe succedere se si verificassero alcune condizioni: un eventuale rimpasto governativo potrebbe portare a Roma anzichè a Bruxelles qualcuno di quelli che gli stanno davanti in graduatoria magari anche con “l’aiuto” della Brexit che con la defezione degli europarlamentari inglesi “libererà” qualche posto; mentre sarebbe scontata una candidatura “romana” nel caso si dovesse andare ad elezioni anticipate per il Parlamento italiano.

06062019

7 Commenti

  1. IlSaronno é sconcertante: cari signori, la Comi è indagata!
    é vero che ancora si aspettano le sentenze, ma ufficialmente lei era la referente provinciale di Varese per Forza Italia, ovvero il partito più colpito dalle indagini giudiziarie .
    Tra l’altro ancora devono arrivare le sentenze: dove era lei durante tutti i casi di possibile corruzione nel suo partito? i non ne sapeva nulla di nulla?
    secondo voi é normale rimandarla in Europa a cuore allegro?
    Vergogna!

  2. Tassativamente fuori per questo giro !
    Poi si vedrà , dopo la inchieste, se sia ancora candidabile.

  3. Policy policy policy policy policy policy policy policy policy policy policy …….

  4. Lara ha rinunciato perchè ci tiene a chiarire la sua posizione con la magistratura e Cattaneo ha rinunciato perchè vuole fare il vice-sindaco nella sua Ceriano Laghetto.

Comments are closed.