Home Città Parcheggi di interscambio ferro-gomma, “esigenza per Saronno”

Parcheggi di interscambio ferro-gomma, “esigenza per Saronno”

779
17

SARONNO – “Parcheggi di interscambio ferro-gomma, una esigenza per la città”. Lo dice Angelo Veronesi, capogruppo consigliare della Lega a Saronno. Riportiamo integralmente il suo comunicato.

Saronno ha bisogno di un parcheggio di interscambio ferro-gomma per i pendolari che usufruiscono dello scalo ferroviario presente in centro città. L’amministrazione è stata estremamente disponibile sistemando il nuovo parcheggio di piazza dei Mercanti. Fra qualche mese aprirà anche il nuovo parcheggio alla ex De Nora, dietro la stazione centrale. Il nuovo parcheggio temporaneo della ex De Nora consentirà di assorbire 300 automobili di pendolari e avrà tariffe agevolate per saronnesi e pendolari.

Il nuovo parcheggio di piazza dei Mercanti avrà la duplice funzione di assorbire le automobili dei pendolari, almeno temporaneamente, e di avere una piazza attrezzata per il mercato. I sottoservizi della nuova piazza dei Mercanti sono stati il più grande investimento, visto che si dota la piazza di prese elettriche e di allacciamenti per acqua e scarichi. Questi sottoservizi moderni, fino ad oggi assenti, sono un investimento dell’amministrazione a favore del commercio di vicinato e del mercato cittadino. La funzione di parcheggio ad uso dei pendolari in piazza dei Mercanti dovrà essere temporanea visto che i commercianti e gli uffici di viale Rimembranze chiedono un posteggio per i loro collaboratori e per i loro clienti. A Milano Atm ha dotato tutti gli scali più grandi di parcheggi per i suoi utenti. Saronno è lo scalo ferroviario principale e siamo sicuri che Ferrovie Nord saprà fare altrettanto. Per assorbire i flussi di pendolari su Saronno servirebbe un grande parcheggio multipiano, liberando spazio per il grande parco nelle aree dismesse dietro la stazione. Il Comune rende disponibile questa area appena bonificata a ridosso della stazione: siamo fiduciosi.

Angelo Veronesi
Capogruppo Lega Nord Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania di Saronno

07062019

17 Commenti

  1. Alcuni personaggi per espressioni, facciali e di parola, mi ricordano compagni di classe che ” signora maestra il Bianchi vuole copiarmi il compito”

  2. Be.ne capire che servono i parcheggi, anche se siamo in ritardo di anni.
    Meno bene tariffe agevolate, sara` comunque l` ennesima tassa.
    In virtu` di un trasporto ferroviario scadente cheobbliga i pendolari a viaggi stressanti, questi interscambi gomma ferro era tassativo proporli gratuiti o a tariffe veramente veramente basse.
    Regione e trenordo dovrebbero farsi carico dei costi.
    Chi lavora direi che a tasse ha gia` dato e molto.
    Non pensavo che era cosi difficile da capire

  3. mi faccia capire adesso è a pagamento per i pendolari ….
    poi sarà ….(come?) per i dipendenti e clienti dei negozi di viale Rimembranze?

    e così facciamo un parcheggio nuovo al posto del parco!
    Pensiero stu..pendo!

        • Il problema vero è che cu sono troppe macchine, troppa gente che si sposta e troppe risorse che si sprecano.

          Più smartworking, meno gente che si sposta, meno macchine e meno bisogno di parcheggi.

          Ma forse poi il comune avrebbe meno cose di cui occuparsi e voi meno cose di cui discutere.

  4. Va bene, un parcheggio “ferro gomma” per la stazione centrale ci vorrà pure. Ma quando capirete che la stazione di Cadorna ha bisogno anche di un sistema “ferro ciclo”? Quando capirete che per alleggerire dalle aree tutta quell’area occorre favorire al massimo gli accessi in bici alla stazione sia da parte dei residenti che da parte dei pendolari. Servono allora piste ciclabili sicure da Uboldo e Origgio verso il retrostazione di Cadorna, e lì deve essere predisposta un’area attrezzata per il posteggio “antifurto” delle bici di saronnesi e pendolari del saronnese. Avete idea di quante persone vorrebbero accedervi in bici ma non possono fare perché a) le strade per i ciclisti sono assassine e b) non c’è la possibilità di un parcheggio bici ordinato e per quanto possibile sicuro? O essere leghisti vuol dire credere che se si va in bici è perché si è comunisti?

  5. Esisterebbe già un servizio di autobus….potenziarlo non costerebbe meno per tutti?
    Su tende sempre a realizzare cose nuove e mai a sistemare quello che c’è già

  6. Quindi visto che non si è voluto chiedere la realizzazione del parcheggio sotterraneo nell’area ex Cemsa a chi doveva farlo, ai costruttori (un bel regalo!) ora si chiede a Fnm, che c’entra un ’bout poco ma… ci si pulisce la coscienza!

  7. Qualcuno mi spiega a cosa serve un altro parcheggio multipiano quando quello chè c’è nelle vicinanze del comune è sottoutilizzato, poi non è che il parcheggio (al posto del parco) realizzato nelle aree dismesse sia a servizio dell’attività commerciale che sarà presente? ??

    • E’ vero! C’è un silos sottoutilizzato collegato direttamente con la stazione. perché se ne deve fare un altro? Ma fra un ’bout le auto ce le parcheggiate anche in cucina!

  8. Come sempre si vagheggia e si galleggia senza approdare su un progetto realizzabile con il coinvolgimento e la condivisione dei Comuni del Circondario Saronnese. Un problema va analizzato nella sua essenza per avere la consapevolezza di una possibile soluzione che possa appagare le esigenze di una Comunità viva ed intraprendente. L’argomento parcheggi sarà esplicitato e dibattuto nella prossima campagna elettorale. Ogni suggerimento proposto oggi avrà solo il merito di foraggiare la lega locale in continua carenza di idee.

      • Soluzione seria, adibire tutti gli appartamenti/uffici vuoti di Saronno e circondario ad uffici per la condivisione, prendere degli accordi con le aziende di Milano e dargli degli incentivi per fare in modo che tramite una connessione internet si possano raggiungere i loro sistemi in modo che si possa lavorare da una sede remota…..e il problema dei parcheggi rimane qui in blog.

        È troppo difficile da capire? È una cosa del pd o della lega? Fatemi capire perché non si potrebbe andare in questa direzione.

        Se servono 100 parcheggi oggi, ne potrebbero servire 10000 domani e poi che fai……butti giù le case per fare parcheggi?

  9. ” un progetto realizzabile con il coinvolgimento e la condivisione dei Comuni del Circondario Saronnese”

    ed aggiungerei Regione e società di trasporti.
    Forse si riusciva a fare qualcosa di migliore e senza buttare il costo solo sugli utilizzatori.

  10. La soluzione é accorpare i comuni, solo così ci saranno meno liti paesane che ci portano indietro di 500 anni.

Comments are closed.