LIMBIATE – Rimarrà in carcere per violenza e lesioni ai danni di terzi, il pluripregiudicato limbiatese che il 29 maggio scorso aveva percosso per futili motivi la sua compagna davanti ad un bar del centro cittadino.

L’arresto è stato effettuato qualche giorno fa dai Carabinieri di Limbiate, in ottemperanza  dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Milano.

La Procura milanese si è attivata dopo i fatti di quel giovedì di fine maggio, quando i militari del comando di Limbiate sono intervenuti in piazza Tolstoj in seguito all’allarme lanciato da alcuni cittadini che avevano assistito alla lite violenta tra l’uomo, 24 anni di origine marocchina e residente a Limbiate, e la sua compagna, anch’essa 24enne. All’arrivo dei carabinieri, nessuno era più sul posto ma, grazie alle testimonianze dei presenti e alla successiva denuncia della donna vittima delle percosse, l’aguzzino è stato identificato e tratto in arresto in attesa di processo, nel carcere milanese di San Vittore.

A distanza di poco più di una settimana, il procedimento si è concluso con la convalida della richiesta di permanenza in carcere firmata dalla Procura.

12062019

1 commento

Comments are closed.