COMASCO – I militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Cantù e della Stazione Carabinieri di Appiano Gentile, in collaborazione con la Stazione di Fino Mornasco, nel corso delle prime ore del mattino hanno arrestato, in flagranza di reato, un 47enne di Fenegrò responsabile dei reati di omicidio e porto abusivo di arma bianca.

Il provvedimento pre-cautelare è stato adottato a seguito della segnalazione pervenuta circa il ferimento di un 25enne comasco, residente a Veniano, che riportava ferite da arma da taglio ricevute in tarda serata presso il Parco comunale di Veniano.

La vittima veniva ricoverata presso l’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, dove era stato trasportato dal personale medico intervenuto sul posto: per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare.

I carabinieri chiamati hanno avviato subito le indagini che hanno consentito di individuare l’autore del grave evento di sangue, mediante l’analisi dei sistemi di video-sorveglianza presenti in loco, nonché attraverso l’escussione di testimoni. Il 47enne è stato raggiunto nella sua abitazione: indossava ancora vestiti sporchi di sangue e, successivamente, ha ammesso le proprie responsabilità. Nell’appartamento sono stati ritrovati anche l’arma utilizzata per commettere il delitto (un coltello a serramanico), anch’essa sporca di sangue e posta in sequestro.

Futili i motivi della lite scaturita e del successivo accoltellamento: l’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Como in attesa di giudizio di convalida.

17062019