GIUSSANO – Ieri sera, mercoledì 19 giugno, i sindaci della Lega in provincia di Monza e Brianza si sono dati appuntamento nella sede della Lega a Giussano, dove hanno sottoscritto il “Patto per la Brianza dei sindaci leghisti per il governo e l’amministrazione del buonsenso”.

“L’obiettivo – ha dichiarato il commissario provinciale leghista, Andrea Villa – è quello di amministrare i propri Comuni portando avanti le politiche di buonsenso che caratterizzano l’azione del Carroccio e di Matteo Salvini, attuandole anche a livello locale nelle amministrazioni governate dalla Lega, collaborando con spirito di squadra al fine di governare nell’interesse dei cittadini e realizzare i programmi per i quali si è ricevuta la fiducia da parte degli elettori”. Dopo l’ultima tornata elettorale il Carroccio è passato da nove a diciassette sindaci ed è presente nelle giunte di altri comuni dove esprime il vicesindaco o una rappresentanza politica.

“La squadra vince e ne stiamo formando una, composta dai nostri amministratori locali, che sarà in grado di governare il territorio in cui viviamo e lavoriamo e dove vogliamo costruire il nostro futuro. Ringrazio i nostri sindaci – conclude Villa – che hanno saputo da subito fare sintesi ed iniziare a collaborare tra loro”. Fra i presenti, il sindaco di Cogliate Andrea Basilico, quello di Ceriano Laghetto Roberto Crippa e quella di Lazzate, Loredana Pizzi.

(foto di gruppo per i sindaci leghisti a Giussano)

20062019

7 Commenti

  1. Vorrei sapere se minacciare di uscire dall’Euro e dall’Europa (che è casa mia) voi leghisti lo chiamate buon senso.

  2. Ma quante chiacchere inutili, i soliti slogan bla bla bla.
    Ogni sindaco cetca di gestire al meglio, lasciate il giudizio a noi cittadini che nelle citta` ci abitiamo.
    E` cosi difficile lavorare facendo minimo uso delle chiacchere?

  3. Solito minestrone propagandistico. Bellissimo sullo sfondo il manifesto con l’indiano d’America contro l’immigrazione. Si parla dell’amico Trump????!!! Fantastici

    • Ormai anche alcuni dirigenti di wuel partito cominciano a capire che non si puo` vivere di slogan e di 1000 promesse, parlare di tutto e far finta di occuparsene.
      Vedi bagno di realta` fatto dal numero 2 sui minibot…

  4. finalmente uno che dice cose di BUONSENSO:

    Mini-Bot, retromarcia di Giorgetti: «Non sono verosimili».
    Minibot, Giorgetti sconfessa Borghi: “C’è ancora chi gli crede? Non verosimili”

    meglio tardi che mai

Comments are closed.