Home Città Visita sindaco romeno a Saronno, Silighini ironizza: “Venuto a imparare come dare...

Visita sindaco romeno a Saronno, Silighini ironizza: “Venuto a imparare come dare case ai nomadi”

1637
7

SARONNO – “È un momento storico importante che la Giunta leghista dovrebbe segnare sul prossimo calendario biancoceleste. La visita del sindaco romeno a Saronno per assimilare lezioni amministrative è qualcosa di meraviglioso e avviene proprio dopo che il “nostro” primo cittadino ha sistemato alcune famiglie di nomadi saronnesi nelle case popolari” ironizza l’ex candidato sindaco Luciano Silighini Garagnani a margine della visita del sindaco di Gheorgheni al corrispettivo di Saronno, Alessandro Fagioli.

“Ora che Fagioli, dopo essere stato costretto a indietreggiare sul distruttivo progetto di realizzare un campo nomadi bis tra le case di via Grandi e via Battisti, ha sistemato le quattro famiglie sinti in ben sei appartamenti del Comune, è ovvio che ottenga plausi oltre il Danubio – continua con un sorriso Silighini – Quel che ci chiediamo è però: come mai a quattro famiglie nomadi che erano accampate in quattro piazzole, ora vengono date ben sei case del Comune?”

Prosegue Silighini: “Speriamo che gli scambi culturali con la Romania non comportino l’arrivo di altri nomadi, ora che Fagioli là è amato – chiosa Silighini – Il razzismo al contrario della Giunta è clamoroso. Dopo aver pensato a spendere soldi pubblici per costruire un campo nomadi, adesso la Lega di Saronno ha offerto casa ai nomadi, mentre altri cittadini sono costretti a vivere fra gli stenti o senza tetto. Questa non è la Lega che a livello nazionale difende ideali giusti e nel Saronnese opera bene come a Cogliate e Ceriano Laghetto. Intervenga il leader del Carroccio, Matteo Salvini!”

29062019

7 Commenti

  1. Quel che ci chiediamo è però: come mai a quattro famiglie nomadi che erano accampate in quattro piazzole, ora vengono date ben sei case del Comune?”
    Sulla stessa lunghezza di Banfi, fatti spiegare da lui la risposta e fate una bella lista insieme.

  2. Oh e` partita la gara a chi fomenta meglio.

    A Roma fratelli d` italia litiga con casa pound a chi e` piu’ anti rom. E si contendono gli striscioni da esporre.
    Sempre a Roma la lega e` presente, quando la Singaca da un appartamento ad una famiglia Rom, chiamata a supporto da un altro gruppo di ultra desta.
    A Saronno e` guerra tra il sindaco e il personaggino politico che cerca visibilita`…
    Solita storia, sfoderare un povero come arma, contro un altro poveraccio.
    E qui si invoca prese di posizioni contro un sindaco della lega “troppo buonista”

    La politica con la P maiuscola non c`e` che dire 😂

  3. Direi proprio che Matteo nostro dovrebbe dare una tiratina d’orecchie al nostrano Fagioli, altro che premiarlo proponendolo per un secondo mandato. Di sto passo il PD andrà a nozze il prossimo anno.

  4. Il tentativo di una filosofia spiccia cercando di parlare alla pancia delle persone, imitando attività ironico buffonesche già utilizzate da politicanti di una certa area affine durante la campagna elettorale si manifesta come una bolla d’aria che svanisce inesorabilmente. Creare confusione per ottenere uno spicchio di attenzione a superficiali considerazioni scontate denota la piccolezza delle proprie visioni politiche e limitate capacità amministrative.

  5. Innanzitutto i “nomadi” di Saronno sono cittadini con nazionalità italiana, quindi godono degli stessi diritti e doveri degli altri connazionali. La comunità rumena (sia in Italia che in Romania) non è composta di soli nomadi, che sono una minima parte ;comunque non vedo cosa c’entra il suo attacco con la visita di un Sindaco di un altro Stato.
    Inoltre solo gli stupidi non cambiano idea e se il Sindaco è riuscito a trovare una migliore soluzione al problema non capisco perché bisogna criticarlo (se non per fare sterili polemiche per un ’bout di visibilità). Non era lei Silighini che era andato a protestare quando si pensava a trasferire i nomadi nel terreno al confine con Gerenzano?!

    • strano… quando sindaci di altri partiti cambiano idea e danno case, la lega è sempre pronta ad aizzare… vedi infinite dichiarazioni di esponenti di questo partito.
      Qui addirittura l’ idea sembra piacere anche a fratelli d’italia ( sono in maggioranza giusto? )
      a Roma di solito si assiste a strilli di ogni tipo…
      Coerenze alternate?

  6. Fino a prova contraria…Silighini è di Genova, gli altri sono saronnesi. Lo straniero è lui, non è neppure lombardo.

Comments are closed.