FRYDEK-MISTEK – L’Italia continua a viaggiare come un treno, ma non a vapore, piuttosto un pendolino, come si chiamavano qualche anno fa. E una volta in più, e contro un avversario di caratura superiore, dimostra la potenza esplosiva del suo lineup, in grado di far male con tutti i suoi elementi. Uno, due, tre, sono i solo-homer in sequenza della saronnese Birocci e della “solita” Piancastelli (2) che aprono le porte della sfida con Israele.

È così che nasce la quarta vittoria dell’Europeo (7-0), la quarta manifesta con shut-out. Un successo che vale doppio perché apre la strada della seconda fase alle azzurre che adesso si giocheranno il primo posto nel girone nello scontro diretto pomeridiano con la Spagna sempre sul diamante di Frydek-Mistek (Repubblica ceca), ma senza dimenticare che alle 20.45 ci sarà la terza partita della giornata a Ostrava, la prima della seconda fase, con avversario da definire.

(foto CD/NADOC: Laura Vigna alla battuta contro Israele)

02072019