CARNAGO – Nella giornata di ieri i carabinieri della stazione di Carnago hanno arrestato un 31enne di Castronno, che, sottoposto all’affidamento ai servizi sociali, aveva violato le prescrizioni impostegli.

Scarcerato la settimana scorsa, il giovane, approfittando del beneficio ottenuto dalla magistratura di sorveglianza di Varese, in soli due giorni aveva già violato l’ordine di non commettere altri reati, minacciando di morte per futili motivi due suoi coetanei.

I carabinieri, recependo e documentando il tutto, hanno subito relazionato all’autorità giudiziaria, ottenendo praticamente in tempi istantanei la revoca del beneficio con l’ordine di ricondurre il reo in carcere, dove terminerà di scontare la pena detentiva residua.
Il 31enne era stato processato e condannato per estorsione nei confronti dei suoi stessi familiari, all’esito di un’indagine espletata all’epoca dei fatti dalla stessa stazione di Carnago.

Come detto ieri i militari l’hanno rintraccato e completato il disbrigo delle pratiche burocratiche l’hanno accompagnato in cella.

(foto archivio)

08072019