Presidio all’ospedale di Saronno: “No ai tagli al servizio di pulizia”

1335
4

SARONNO – Un presidio unitario davanti all’ingresso di piazzale Borrella per protestare contro il taglio del 20,45% delle ore dei servizi di pulizia all’interno degli ospedali di Busto Arsizio e di Saronno.

Ad impugnare le bandiere tante donne ma anche qualche uomo che si occupano con diversi contratti della pulizia all’interno del presidio di Saronno e che dal 18 luglio dovrebbe essere assunte da una nuova cooperativa che però ha già annunciato una riduzione di ore. Complessivamente la novità riguarda 130 dipendenti tra cui una quarantina a Saronno. “E’ una richiesta insostenibile – spiega Lucia Giuffrida Fisascat Cisl – per gli stipendi dei lavoratori ma anche per la qualità del servizio reso”.

“In molti casi – spiega Eugenio Busellato Cobas Cub – hanno contratti da poche ore, anche solo 12, e ridurli significa mettere in crisi delle famiglie ma anche rendere loro impossibile svolgere al meglio il proprio lavoro perchè ovviamente avranno meno tempo per garantire un altro standard qualitativo”. “L’obiettivo – continua Livio Muratore della Filcams Cgil- è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e i vertici dell’azienda ospedaliera. Il cambio con la nuova realtà dovrebbe avvenire il 18 luglio e speriamo che si trovi una soluzione prima di quella data”. Per venerdì 12 luglio è in programma “un assemblea con presidio – conclude Alberto Arighi di Uil Trasporti Varese – all’ospedale di Busto Arsizio del resto questo non è un settore dove quello delle pulizie è un settore che più essere trascurato”.

Il presidio ha visto i lavoratori sfilare nel giardino dell’ospedale in modo silenzioso, per non disturbare i degenti. Subito dopo hanno intonato cori “no ai tagli, si ospedale pulito” davanti all’ingresso principale in piazzale Borella dove con uno striscione è stato ribadito il “no ai tagli”.

10072019

4 Commenti

  1. E dire che poche settimane fa il dg della azienda durante la riunione del comitato per la salvaguardia dell ospedale a Caronno aveva ribadito che tutto andava a gonfie vele! Giusto…. il taglio alle pulizie mancava!

Comments are closed.