Home Città Polemica scuole, Silighini: “La politica del leggere… rattrista”

Polemica scuole, Silighini: “La politica del leggere… rattrista”

377
5

SARONNO – “Reputo avvilente e umiliante leggere note scritte invece che parlare a braccio, a mio avviso chiaro segno che ciò che si legge non lo si è scritto di proprio pugno o non lo si sente”. Esordisce così l’ex candidato sindaco Luciano Silighini Garagnani dopo la conferenza stampa a tema manutenzioni scolastiche dell’assessore comunale ai Lavori pubblici, Dario Lonardoni, e del sindaco Alessandro Fagioli.

“Lonardoni ha paura che qualcuno strumentalizzi il fatto che alcune scuole saronnesi cadono a pezzi? Comprendo che ormai la voglia di censura sia dilagante, la vicenda Sluminacchio regna ancora sovrana ed è tra le più ridicole vicende degli ultimi anni, ma il caro Dario deve sapere che se qualcuno avesse voluto strumentalizzare fatti come i problemi della scuola Rodari, quelli dell’epatite e che sia accaduto di vedere gli alunni costretti a fare lezione nei corridori o nei saloni. O, ancora, che siano caduti pannelli dei controsoffiti sarebbe bastato fare una bella denuncia e chiamare le tv nazionali o le tante trasmissioni tv di inchiesta! Lonardoni e il sindaco devono sapere che i genitori dei bambini hanno a cuore la propria scuola, la amano e vogliono solo che sia un luogo sicuro per i piccoli e che sia per le ottime maestre un luogo degno dove svolgere la loro faticosa professione. Se hanno paura di finire sui giornali coi vari ricorsi al Tar pagati e vinti dai cittadini contro il Comune, imparino a uscire per strada e parlare con la gente. La politica del fare premia, la politica del dire… o del leggere comunicati rattrista”.

11072019

5 Commenti

  1. Silighini é abituato al mondo dello spettacolo e alle scuole di teatro dove si imparano a memoria lunghissimi copioni e si é molto attenti alla dizione.
    Purtroppo il mondo della politica é uno, dieci, mille gradini sotto.

  2. Soprattutto Silighini non si è ancora reso conto che se (mai a mio parere) dovesse essere eletto Sindaco anche a lui, ahimè, toccherebbe fare i conti con tetti che crollano epatiti e quant’altro può succedere quotidianamente in una città
    Ho idea che i Sigg.ri dell’opposizione teorizzino una città senza difetti, nessun incidente, nessun infortunio, insomma la perfezione ogni giorno del loro mandato.
    Ed invece non è così. Le cose, anche quelle poco piacevoli accadono, e non è tanto che accadano il problema ma come si agisce per risolvere i problemi.
    Questo non è fatalismo altrimenti sarebbe facile affermare: pazienza tanto succedono.
    Ma neanche attaccare a prescindere quello che succede.
    Io la chiamo proattività, concetto tanto caro nelle Aziende.
    In politica invece l’importante è che l’avversario perda
    Non ho votato Lega, per carità, ma non è che è colpa di Fagioli per tutto quello che accade
    Sig. Silighini, quando arriverà quel giorno, ma dubito, la aspetteremo al varco.
    Che troveremo chiuso.

Comments are closed.