Home Città M5s: “Amministrazione insensibile alle tematiche ambientali, mozione Plastic free al palo da...

M5s: “Amministrazione insensibile alle tematiche ambientali, mozione Plastic free al palo da mesi”

310
16

SARONNO – “Sempre più comuni italiani aderiscono al progetto Plastic Free, ma Saronno resta fanalino di coda”. Inizia così la nota condivisa nelle ultime ore sulla pagina Facebook del gruppo in merito ad una mozione che ha fatto la sua comparsa nell’ordine del giorno del consiglio comunale già nella primavera scorsa. 

“Giace in attesa di discussione la mozione plastic free depositata dal M5s di Saronno lo scorso 4 aprile. Diverse le motivazioni che fanno slittare la discussione della mozione in consiglio comunale. Un’Amministrazione attenta e sensibile al tema ne avrebbe dato la priorità. Ci arriveremo ma come al solito c’è da sudare quando si tratta di impegnarsi per la realizzazione di progetti che richiedono uno studio e una programmazione fuori dai soliti canoni di routine, come accaduto con la mozione del M5S sul “Pasto da casa” approvata e mai realizzata?”

A rendere il tema d’attualità l’annuncio del presidente della Camera Roberto Fico sul tema: “La Camera dei deputati sarà finalmente plastic free. Da oggi eliminiamo tutti i contenitori monouso di plastica per acqua e bevande nei bar e nelle mense ma anche per le riunioni di commissioni e organi collegiali. Si potrà consumare quindi acqua solo in bottiglie di vetro o proveniente dalla rete idrica pubblica. Un piccolo passo per la Camera ma un segnale importante, che risponde anche all’appello lanciato dal ministro dell’Ambiente Costa qualche mese fa. Dimostriamo con questo gesto che le istituzioni sono in prima fila per la tutela dell’ambiente”

(foto archivio)

21072019

16 Commenti

  1. Dimostrazione di quanto il Movimento 5 Stelle a Saronno sia inesistente e non considerato da tutti.

  2. Se la plastica venisse usata e poi smaltita correttamente non creerebbe alcun problema. Questo accanimento mediatico da un anno a questa parte mi sa tanto esser figlio di qualche lobbie con interesse al mercato e non di certo uno spontaneo movimento pro ambiente.

    • Non tutta la plastica è riciclabile. Quale lobbie? Quella del cartone?
      Dietro c’è semplicemente il fatto che siamo incivili e la plastica finisce dappertutto anziché smaltita correttamente, quindi è giustissimo cercare di ridurla laddove non sia strettamente necessario.

      • tutta la plastica è riciclabile e non dovrebbe andare a finire nelle discariche(a maggior ragione nell’ambiente): è un ottimo carburante che farebbe risparmiare petrolio, ma guai a nominare a parola termovalorizzatore

      • Mi sembra una soluzione identica a quella di una mamma che non compra più le merende perché il bimbo le ruba e ne mangia troppe invece di insegnargli a non rubarle. Il discorso lobbies era assolutamente ipotetico. Non conosco a fondo la questione per poter fare una simile affermazione. Ma conosco cosa solitamente sta dietro a delle improvvise e martellanti campagne mediatiche….cioè grossi interessi.

        • Mica ci sono sempre grossi interessi, a volte semplicemente c’è dietro una cosa importante, la conoscenza. La conoscenza che ci fa capire che stiamo autodistruggendo il mondo e l’ambiente in cui noi stessi viviamo. Quindi perché non fare qualcosa per migliorare?

    • sig. Econazional mi spiace informarla che produciamo e utilizziamo più plastica di quanto riusciamo a smaltire. La plastica, poi, non può essere riciclata all’infinito, come può essere il vetro, ad esempio.

  3. che problemone….sarà x questo che arriveranno presto a percentuali a una sola cifra??? battendo l’uomo qualunque…

  4. Plastic freè interessante ,ma sui temi che riguardano Saronno Dove siete? Totalmente inesistente
    Fatevi una domanda ma datevi anche una risposta

    • La tutela dell’Ambiente e quindi della nostra salute non le sembra un argomento che interessi Saronno? Forse lei non se ne preoccupa ma i suoi figli si.

  5. premesso che non ho nessuna simpatia per il M5S che ritengo un’associazione di giacobini confusionari.
    Ciò detto, fuori ci sono 33 gradi. Domani ce ne saranno 35. Pare che si stia capendo che le città devono rispondere con un nuovo servizio pubblico, accabto a quello idrico, alle strade asfaltate, alla rete gas ect. Si chiama servizio pubblico di climatizzazione civica, Vanno create alberizzazioni ovunque possibile (aiuole, viali, piazze, parchi, terreni) allo scopo di avere maggiori zone d’ombra e macchie capaci di contenere le temperature di uno-due gradi.
    Ebbene, dov’è Saronno? Mi dica la Giunta, mi dica il sindaco: di quanti alberi in più avete dotato la città? Lo dico io: di ZERO. Per cui, grazie al vostro guardarvi indietro, la città è un pentolone bollente.

  6. E per fortuna i cittadini hanno salvato almeno i 60 bagolari che Fagioli voleva abbattere! Grazie comitato salvaviaroma!

Comments are closed.