CARONNO PERTUSELLA – Sulla griglia di partenza la nuova stagione sportiva 2019-2020

e per la Caronnese è un momento di forte rinnovamento. Il presidente Augusto Reina e tutta la dirigenza del club si sono radunati al centro sportivo focalizzandosi in particolare sulla prima squadra, che da settembre riprenderà il campionato di Serie D in cui la società rossoblù vuole ripetere, migliorandosi ulteriormente, i già positivi risultati ottenuti nelle annate precedenti.

Reina ha presenziato alla tradizionale conferenza stampa di inizio stagione insieme. “Il ruolo della Caronnese nel contesto della quotidianità è fondamentale. Siamo e dobbiamo essere sempre più una scuola del calcio. Il consiglio ha approntato un
programma pluriennale di sviluppo della società agendo su molti fronti: vogliamo una prima squadra ancora più forte che vuole salire di categoria, stiamo definendo una juniores nazionale che dovrà primeggiare nel suo contesto mentre il settore giovanile deve diventare sempre più una fucina di talenti. Ci stiamo dotando e stiamo scegliendo allenatori professionalmente preparati, capaci di far crescere i ragazzi in un ambiente ambizioso ma anche sano e sicuro per tutti coloro che ci vorranno scegliere”.

L’amministratore delegato Roberto Fici ha fatto il punto su società e strutture: “Per crescere la Caronnese avrà bisogno di avere professionalità in ogni ambito. In questi mesi abbiamo lavorato con questo obiettivo e ora siamo sicuri di avere scelto le persone giuste al posto giusto: la serietà e la competenza di tutti i responsabili che fanno parte del nostro gruppo ci faranno fare, ne siamo sicuri, passi da gigante e i risultati prefissati non mancheranno a venire anche prima di quanto abbiamo prospettato all’interno del programma. Stiamo inoltre lavorando con l’amministrazione pubblica a più mani per aprire nei prossimi mesi il cantiere che farà nascere il polo caronnese del futuro: un’unica struttura, che nascerà come ampliamento dell’attuale stadio di corso della
Vittoria, in cui sarà concentrata l’attività di tutte le nostre squadre. Un vero e proprio centro sportivo dedicato al calcio che sarà all’avanguardia sotto tutti i punti di vista”.

31072019

4 Commenti

  1. Ringraziamo il Turate.. ad oggi la Caronnese sarebbe ancora in Promozione/Eccellenza.

  2. ogni anno i soliti proclami. Poi i fatti dimostrano le reale potenzionalità della Caronnese.
    Meno male che c’è la Caronnese, altrimenti chi ama il calcio deve andare sino a Milano

Comments are closed.