UBOLDO – “In attesa che venga attuato quanto promesso in campagna elettorale, e cioè “Riportare il comando dei vigili urbani in paese”, la lista Per Uboldo-Colombo sindaco” chiede al primo cittadino Luigi Clerici di attivarsi con la locale stazione carabinieri per aprire uno “sportello di ascolto del cittadini” in Municipio”. A chiederlo è la lista d’opposizione, Per Uboldo.

Dicono i responsabili del gruppo: “Si tratterebbe di una sorta di “mini-distaccamento” della locale stazione dei carabinieri di via Risorgimento, peraltro piuttosto distante dal centro del paese, ospitato in Comune. Iniziativa già avviata, con successo, in diversi Comuni della provincia di Varese, del Milanese e non solo. Sarebbe sufficiente la presenza di un militare dell’Arma un’ora la settimana per far vedere la propria vicinanza ai cittadini e promuovere la sicurezza e la cultura della prevenzione dei reati. Sarebbe un modo anche per i carabinieri di “uscire” dalla caserma per incontrare la cittadinanza e raccogliere informazioni e avere così il polso della situazione su problematiche e preoccupazioni della cittadinanza”.

Ancora da Per Uboldo: “Per i cittadini sarebbe un’occasione per potersi rivolgere alle forze dell’ordine in modo più informale e diretto e sicuramente più comodo non dovendosi recare in via Risorgimento dove è attualmente collocata la caserma dei carabinieri, molto distante dal paese. Sarebbe un servizio, che potrebbe essere ospitato negli uffici della polizia locale, oggi vuoti, molto utile alla cittadinanza e – cosa molto cara all’Amministrazione Clerici – a costo zero“.

05092019