GERENZANO – “La pazienza è finita, siamo al secondo cane morto in pochi giorni causa avvelenamento a Gerenzano e per questo abbiamo deciso di mettere una taglia da mille euro sulla testa degli avvelenatori che pagheremo a chi aiuterà con la propria testimonianza ad incastrarlo”. Con queste parole il presidente di Aidaa Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente Lorenzo Croce annuncia la decisione di mettere una taglia da mille euro sulla testa dei responsabili degli avvelenamenti di Gerenzano.

La taglia verrà pagata a chiunque fornirà informazioni che porteranno all’individuazione, incriminazione e definitiva condanna del responsabile o dei responsabili dello spargimento delle polpette avvelenate.

“Ovviamente – conclude Croce – la persona o le persone dovranno oltre a chiamare il nostro numero telefonico 3479269949 fare poi denuncia scritta e formale ai carabinieri, anzi meglio prima fare la denuncia e poi chiamare noi”. E conclude: “La taglia è offerta da un privato che ha messo a disposizione la cifra per scovare il responsabile di questi fatti criminosi”.

(foto archivio)

06082019

2 Commenti

  1. decisamente meglio che dire di rivolgersi solo alla associazione stile 100% pseudo animalisti

  2. Mi sembra di capire che per le vie del paese non è stato trovato nulla.
    I proprietari dei tre poveri cani deceduti dovrebbero confrontarsi per capire dove tutti e tre portavano il proprio cane, mi sembra di capire che lo lasciavano libero senza guinzaglio. Una volta trovata l’area “comune” si potrà capire dove erano questi bocconi. Magari in zona c’e Un pollaio… sono sempre più convinto che quei bocconi erano destinati alle volpi visto anche la presenza di selvaggina liberata e questa persona va individuata e fermata.

Comments are closed.