SARONNO / SARONNESE – Concluso il concorso che inserisce quasi duemila nuovi presidi in Lombardia: la scelta dei neoassunti è ampia, soprattutto perché le scuole dove ci sono posti vacanti sono ancora tante.

A Saronno, sono in attesa di nomina l’istituto comprensivo Aldo Moro e l’Itis Riva, mentre a Caronno Pertusella è l’istituto comprensivo Alcide De Gasperi ad attendere il suo preside.

La situazione in provincia di Varese è piuttosto preoccupante ad oggi: quanto ad Istituti Comprensivi, mancano nomine a a Busto Arsizio (Tommaeo, Galilei e Crespi) oltre al CPIA, a Castellanza (Manzoni), a Cardano al Campo e a Cassano Magnano.

A Castellanza è libera anche la presidenza dell’istituto superiore Facchinetti che ha visto, però, neo ammessa dirigente la storica vice Anna Bressan vincitrice dell’ultimo concorso.

Liberi anche i comprensivi di Cunardo, Fagnano Olona, Ferno, Cavaria, il Cardano di Gallarate, Gazzada Schianno, Lavena Ponte Tresa, Malnate, Mesenzana, Mornago, Porto Ceresio, Samarate, l’Aldo Moro di Saronno, i due di Solbiate, Somma Lombardo, Vengono Superiore e Vergiate.

Già definiti, invece, gli avvicendamenti per i pensionamenti: a Bisuschio, alla guida dell‘istituto Valceresio, è stata nominata la dirigente Francesca Franz che lascia a Marina Raineri ( attuale istituto Einaudi) il suo ruolo all’Isis Stein di Gavirate. Alla guida dell‘Istituto Falcone di Gallarate arriva Vito Ilacqua che aveva ricoperto a lungo il ruolo di vice prima di vincere il concorso per dirigenti.

Al posto di Andrea Monteduro,alla guida del liceo Candiani di Busto Arsizio, è stata nominata Maria Silanos mentre eredita da Nadia Cattaneo la guida dell’Ite Tosi Amanda Ferrario, nell’ultimo anno consulente del ministro Bussetti. A Francesco Maieron, infine, assegnata la presidente dell’Istituto Einaudi di Varese.

07082019

(nella foto: l’Itis Riva a Saronno)