SARONNO – Anche il consigliere Francesco Licata esprime la sua preoccupazione su uno degli argomenti che tiene banco quest’estate, ovvero il futuro dell’ex sede dell’Asl di via Manzoni.

“Un immobile di inizio 900 che fu anche la sede dell’asilo per molti saronnesi, di interesse storico per la città, motivo per cui non è da escludere che verrà anche posto un vincolo – commenta Licata -Parte integrante del patrimonio della nostra città oltre che essere posto in una posizione strategica. Rudere? Non penso proprio.
Fino ad ora la Lega ha dato via libera a supermercati, ben due, ed ad altri interventi più favorevoli agli attuatori che alla città per cui è normale che ci sia attenzione alta da parte nostra verso l’edificio che fino a pochi mesi fa fu la sede della Asl. E questa continuerà ad esserci nonostante le chiacchiere e le fantasie di qualche leghista sui possibili utilizzi, da noi elucubrati, che lascio volentieri li dove sono, inascoltate”.

08082019

5 Commenti

  1. Fin quando era sede di uffici pubblici si sentivano lamentele degli utenti per le condizioni pietose dello stabile. Adesso è un bene da tutelare. Misteri saronnesi.

  2. perché non utilizzarlo per accogliere i senzatetto che bivaccano in ospedale creando non pochi problemi?

  3. Dice bene il consigliere Banfi: chi vagheggia di centri per profughi (la Lega) è la sola che ne potrebbe cambiare la destinazione d’uso… sempre la solita becera propaganda….

    • E adesso comincia la campagna elettorale nazionale (oltre alla nostra locale) aiuto!!!!!

Comments are closed.