Home Città Crescono le pari opportunità: proposte e progetti anche per diversamente abili

Crescono le pari opportunità: proposte e progetti anche per diversamente abili

299
0

SARONNO – “La presentazione della proroga del progetto “Rispettati” per quanto riguarda la condizione femminile, in particolare riferita al centro antiviolenza Rete Rosa, ha aperto i lavori dell’ultima commissione pari opportunità”.

Inizia così l’intervento dell’assessore alla partita Maria Assunta Miglino in merito ai progetti futuri per la commissione dedicata alla Pari opportunità.

“Molto interesse ha suscitato la prossima presentazione di un portale “wwwhelpdonna.info” nell’ambito dell’ iniziativa – Progettare la parità in Lombardia – che permetterà agli operatori di trovare tutte le informazioni e alle donne di trovare aiuto, potenziando la comunicazione nella rete.

La novità sostanziale di questa Commissione é stata l’allargamento dell’interesse dell’assessorato anche verso gli altri ambiti insiti nel senso più completo di Pari Opportunità.

Accogliendo le tante richieste abbiamo infatti ritenuto opportuno coinvolgere le realtà cittadine e del territorio che si occupano di assistenza alle disabilità motorie e sensoriali e abbiamo realizzato una rete tra le stesse realtà e il territorio.

Le cooperative che accolgono i disabili ci hanno presentato un “Progetto Scuola“ che comprende la disponibilità a recarsi nelle scuole di ogni ordine e grado per azioni di sensibilizzazione e di inclusione, (alcune già lo facevano), tutte accoglieranno a loro volta i ragazzi in alternanza scuola lavoro offrendo loro la possibilità di capire queste realtà e poter offrire realmente sostegno.

Infine le stesse cooperative offriranno a tutte le scuole che ne faranno richiesta la possibilità di accogliere i ragazzi “sospesi” per offrire un’esperienza di crescita attraverso la relazione e l’aiuto.

Nei prossimi mesi si prevede anche l’apertura di sportelli informativi e di orientamento direttamente in Comune per alcune associazioni del territorio che si occupano di disagio psichiatrico e di sostegno di particolari patologie.

Infine la relazione sulle società sportive con la suddivisione per tipologia e la descrizione dell’offerta di corsi anche per i disabili ha concluso i lavori”.

13082019