SARONNO – “Facciamo chiarezza sulla recente, nuova secca del torrente Lura”: lo chiede Alberto Paleardi, già nel consiglio d’amministrazione del Parco del Lura. “Anche quest’anno nei giorni scorsi abbiamo assistito alla secca del torrente Lura con conseguente moria dei pesci. Anche quest’anno abbiamo ascoltato l’assordante silenzio proveniente dall’amministrazione comunale e dal sindaco Alessandro Fagioli ed anche quest’anno i rappresentanti del Comune al Parco del Lura ci sono distinti per il loro silenzio” sbotta Paleardi. Che prosegue: “Ricordo che il mio sostituto era stato allontanato per le reiterate assenze, non andava alle riunioni del consiglio di amministrazione. Questo è un chiaro sintomo dell’attenzione del sindaco Fagioli e della sua Giunta leghista alle questioni ambientali”.

Ancora Paleardi: “D’altro canto, cosa c’è da aspettarsi da una Giunta e da un sindaco che voleva tagliare ben 80 alberi in via Roma? Spero solo che la popolazione si indigni e protesti numerosa alla manifestazione di settembre per la tutela dell’ambiente, il Friday for future saronnese. Solo se ci sarà una mobilitazione di massa si potrà difendere la nostra terra: difendere l’ ambiente è difendere noi stessi. E difendere il Lura e la sua vita, ed i suoi pesci è un compito di noi saronnesi”.

03092019

2 Commenti

    • Considerando che il vairone è specie endemica dell’Italia settentrionale, andrebbe tutelato meglio. Endemico significa che si trova solo in quel territorio specifico (presente anche in Svizzera e parte di Francia). Cosa significa? Che in tutto il mondo quella determinata specie la troviamo solo qui da noi. Andrebbe quindi predisposto un piano per la sua salvaguardia nel Lura (soluzioni da studiare, come ripristinare l’impermeabilizzazione dove danneggiata sul letto del torrente, studiare eventualmente il rilascio di maggiore acqua, creare fosse per facilitare l’accumulo d’acqua…). Non presentandosi mai alla riuonioni per il parco non è un bel segnale, quanto meno ci si può presentare come porta voce delle necessità di tutela. Ognuno nel suo piccolo deve fare ciò che è possibile.

Comments are closed.