ROVELLASCA – Nel corso della tarda serata di ieri, i carabinieri della stazione di Turate hanno dato esecuzione al fermo di un marocchino di 25 anni, in Italia senza fissa dimora, irregolare sul territorio dello Stato, resosi responsabile del reato di tentata estorsione aggravata. Le indagini, in collaborazione con i militari della stazione di Cermenate e con la polizia locale di Rovellasca, sono scaturite a seguito di richiesta di intervento nella propria abitazione effettuata da una donna residente a Rovellasca.

La rovellaschese ha riferito al 112 che un ragazzo le stava chiedendo insistentemente delle somme di denaro, minacciandola e scagliando dei sassi contro la sua abitazione. I successivi approfondimenti investigativi hanno consentito di identificare il responsabile, nel frattempo allontanatosi ma trovato nei pressi del locale scalo ferroviario. Il nordafricano si era reso responsabile di analoghe richieste di denaro (avanzate con insistenza nei confronti della vittima con minacce e citofonando ripetutamente all’abitazione di quest’ultima) nel periodo intercorso tra lo scorso 1 luglio e la data odierna. Lo straniero è stato quindi dichiarato in stato di fermo e trasferito nel carcere di Como.

(foto archivio)

13092019

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.