SARONNO – Ieri pomeriggio il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana con l’assessore regionale all’Ambiente Raffaele Cattaneo hanno inaugurato la colonnina per auto elettriche in piazza Repubblica. Una cerimonia semplice con il taglio del nastro biancoceleste (“perchè quando paga il comune, è giusto che ci siano i colori del Comune”  ha spiegato il sindaco Alessandro Fagioli davanti alla curiosità di Fontana per la scelta cromantica) arrivato al termine di una giornata intensa che ha dato il via alla prima edizione del “Mobility festival”. Tra le autorità e gli addetti ai lavori anche Renzo Oldani patron della Tre Valli Varesine che quest’anno grazie al Centro Car Cazzaro di Saronno sarà completamente “green” in quando l’organizzazione utilizzerà solo auto elettriche.

In mattinata al convegno  “E-district Saronno: infrastrutture, operatori e utenti, verso la costruzione di un distretto sostenibile” Alberto Cangiani presidente di Saronno Servizi, ex municipalizzata in prima linea sull’idea della mobilità sostenibile come asset per lo sviluppo della città, ha spiegato di voler collocare 12 colonnine in città: “Oltre a questa davanti al Municipio ce ne sono già due davanti alla piscina e le altre saranno collocate in aree di sosta e punti cruciali per la città”. La colonnina in piazza Repubblica ha preso il posto della vecchia centralina Arpa, rimossa a settembre, perchè inutilizzata da anni.

In piazza Libertà è stato allestito il villaggio della mobilità elettrica che sarà a disposizione dei saronnesi oggi e domani. Aziende protagoniste del cambiamento e mobility manager saranno in piazza non solo per fornire informazioni concrete sui grandi temi legati alla mobilità elettrica, ma anche per realizzare test drive con guide ecologiche, prove di bici elettriche, car sharing aperti a tutti i cittadini e ai visitatori.

13 Commenti

  1. Ammazza per una colonnina in otto, ma non sapete veramente come tirare sera 😂
    Ci siete costati come quante colonnine?

  2. Fagioli biancazzurro eco-elettrico senza fascia tricolore nemmeno ad una cerimonia ufficiale alla presenza del governatore lombardo. Casual no dress code fino in fondo. 10 per la coerenza e “lode” per la fantasia politica del …quando pagano i saronnesi, il colore del nastro lo scelgo io.

    • è la sinergia delle istituzioni vicine al territorio.
      fosse stato il sindaco da solo chissà quali sberleffi: Fagioli non se lo fila nessuno, Saronno isolata dal mondo.
      invece queste presenze sono significative.

  3. Uno guarda la foto e crede che sia stato inaugurato chessò un plesso scolastico, un ponte sul Ticino, il primo tratto dell’Autostrada del Sole.
    Io dico, e riguarda tutti i politici, non solo quelli in foto, ma perché tutto da noi deve finire in buffonate, in vuota esibizione?
    Siate sobri, abbiate il senso delle proporzioni. E del ridicolo.

    • …sono abituati alla guardia al bidone … 🙂 Questi in particolare devono farsi vedere, il vento potrebbe cambiare all’improvviso e trovarsi alcuni a fare o non fare quello che facevano prima. Suvvia godetevi il fatto che abbiamo un sindaco a tempo pieno, mentre prima alcuni continuavano a lavorare

    • per un plesso scolastico arriva il ministro MIUR, il presidente del consiglio e magari anche quello della Repubblica.
      non conosci nemmeno il cerimoniale, che parli a fare? 😉

      • Il cerimoniale della colonnina! Ciuspia! Ciumbia!
        E, senta, lei invece a conoscenza dell’italiano (ortografia e punteggiatura) come va?
        Maluccio, mi pare.

  4. Le comiche di fine mandato. Anche un evento così irrilevante per la vita cittadina può andare ad incrementare le medagliette di cartone che verranno sciorinate nella prossima campagna elettorale. Una giustificazione improvvisata del Sindaco leghista al Presidente regionale leghista per la cromatura del nastro, biancoceleste e non tricolore, basandola sulla provenienza dei soldi utilizzati per il costo è contraddittoria in quanto i cittadini Saronnesi che versano le tasse al Comune sono prima di tutto ITALIANI ed in quanto tali esigono rispetto dei colori italiani.

  5. Magari fossero accessibili poi le colonnine, non ci sono neppure sulla mappa becharge. E quelle della piscina? Per l’auto della saronno servizi forse…

Comments are closed.