ORIGGIO – Arriva la polizia locale, gli spacciatori di droga fuggono a gambe levate lasciando nel bosco le “loro” biciclette, che si pensa siano in realtà di provenienza furtiva. L’altro giorno a farli scappare, nel Bosco del Conte di Origgio, sono stati i volontari del Gruppo di protezione civile, che erano in cerca di eventuali discariche abusive e volevano controllare le sponde del torrente Bozzente, che passa da quelle parti. Ma alla vista delle divise, alcuni pusher se la sono data a gambe levate, sul posto sono rimaste tre biciclette. Che la Prociv ha provveduto a recuperare e trasferire nel deposito comunale di Uboldo, a disposizione delle forze dell’ordine.

Sono già alcune decine di bici accatastate nel deposito, che si trova nel piano interrato delle scuole uboldesi di via Ceriani. Molte altre, infatti, sono state recuperate durante gli interventi di controllo della vigilanza urbana del comando unificato di Uboldo-Origgio e dei carabinieri della Compagnia saronnese.

05102019

1 commento

Comments are closed.