GERENZANO – Tante polemiche per la decisione dell’amministrazione comunale gerenzanese di realizzare un campo sintetico a 9. Ma è l’assessore ai lavori pubblici, Emanuele Pini, ad intervenire in difesa della scelta: “Ad oggi abbiamo un campo centrale in erba decente ed uno sterrato che è a dir poco indecente. Nel 2019 è ammissibile che degli atleti, bambini o adulti si allenino su un campo del genere? Chiedete alle mamme cosa vuol dire lavare i panni in lavatrice, chiedete ai bambini allergici alla polvere cosa vuole dire allenarsi su quel campo in primavera/autunno, quando sembra di essere in una tormenta nel deserto del Sahara e chiedete agli allenatori quanti infortuni alle articolazioni subiscono i loro atleti per colpa del terreno sconnesso. Nel precedente mandato le urgenze primarie erano gli impianti del Palazzetto dello Sport in cui abbiamo investito 480.000 euro (250.000 euro di risorse nostre più 230.000 euro di contributi regionali a fondo perduto). In questa legislatura abbiamo deciso di intervenire principalmente al Centro Sportivo ed al Parco degli Aironi”.

La scelta di avere due buoni campi, di cui uno moderno in erba sintetica, per fornire un servizio più ampio e completo è nato dal confronto con la Gerenzanese.

24102019

3 Commenti

  1. Sistemare i tombini fognari al cimitero che quando piove forte sembra un lago, quello no, il campo sintetico a 9, si ! ….. ma mi faccia il piacere ………..

  2. chiedete ai bambini allergici alla polvere cosa vuole dire allenarsi su quel campo in primavera/autunno,quanti infortuni alle articolazioni subiscono i loro atleti per colpa del terreno sconnesso.
    Dunque siete cosi attenti alla salute dei bambini che ci avete messo 6 anni per voler realizzare un campo sintetico?
    Siamo alle comiche come al solito.

Comments are closed.