Home Città Bagolari, Sala: “Caro Banfi la Lega è serena”

Bagolari, Sala: “Caro Banfi la Lega è serena”

655
26

SARONNO – “A venti giorni di distanza ci ritroviamo a commentare l’ennesima sparata stampa del consigliere indipendente (perché nessuno lo vuole con sé) Francesco Banfi” Inizia così la nota della Lega Nord Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania, a firma del segretario cittadino Claudio Sala (foto), in merito alla vicenda del taglio dei bagolari in via Roma.

Dopo essere stato agronomo, dopo aver rivestito il ruolo di avvocato d’ufficio, oggi scopriamo che il consigliere Banfi è anche farmacista, e dispensa preziosi consigli alla sezione cittadina della Lega, su come fare per digerire i nuovi sviluppi in merito alla vicenda dei bagolari di via Roma. Come Segretario cittadino informo il consigliere Banfi che la Lega a Saronno è serena, e non ha certo bisogno di inutili consigli da chi ha tempo da perdere. Anzi, al limite dovrebbe essere proprio la sezione cittadina del Carroccio ad invitare il consigliere Banfi ad assumere una buona dose di Lexotan per rilassarsi, perché da quando è diventato ex-assessore, la sua sete di vendetta nei confronti di chi lo ha ritenuto inadeguato a ricoprire l’incarico non pare placarsi.
Pare di capire, leggendo i comunicati dell’ex-assessore esperto del non fare, che sia pervaso da un particolare senso di godimento nell’argomentare la sua – e non solo sua – speranza che l’amministrazione non possa riuscire a realizzare un lavoro di riqualificazione doveroso e richiesto da decenni dai saronnesi.
Lui, ex-assessore del non fare, non ha mai portato a termine un impegno esclusivamente per l’innato lassismo congenito; d’altro canto la critica è sempre la strada più facile e meno faticosa.
Sarebbe ora di abbandonare i panni dell’eterno ragazzino e dimostrare rispetto per il ruolo che ricopre, possibilmente risparmiandoci puffi, puffette e Gargamella.

08112019

26 Commenti

  1. Riqualificazione sì
    Pretestuoso abbattimento di un utile e bel filare di alberi no
    Ogni tanto sarebbe opportuno comunicare e garantire la massima trasparenza, perché gli interventi sono per tutta la città e con i cittadini vanno sempre condivisi.

  2. State facendo entrambe un povera figura agli occhi degli elettori, di tutti noi.
    Finitela di fare i blogger e mettetevi a lavorare.
    Tutti influencer sono diventati

  3. Sala è talmente sereno da vomitare contro l’unico che parla… forse Banfi avrebbe dovuto prescrivere anche un antiemetico!

  4. Però ….signor Sala Claudio ( altrimenti qualcuno si sbaglia con un altro Sala….)
    Nel caso del signor Banfi si può dire che da una premessa sbagliata ( da entrambe le parti lo avete fatto Voi assessore) adesso fa considerazioni giuste e questo è un grande passo avanti per Lui
    Lei e la” lega X….” Continuate ad essere sereni tanto adesso arriva la stagione di pioggia e neve … auguri!
    Capolinea!

  5. ah ah ah ah che ridere!! Tutto ciò sta diventando una comica soap opera. Siamo al teatrino della politica saronnese, dove Banfi che rosica gioca a tirare i sassolini che ha nelle scarpe e Sala, a ragion veduta, risponde con macigni che la dicono tutta!
    …. e non finisce qui, vi aspettiamo tutti alla prossima puntata, 🙂

  6. Invece di parlare di puffi, puffette e Gargamella, Sala ESIGIAMO da Lei che di dica che cosa state facendo per fermare il Telos dopo l’ennesimo scempio che hanno fatto nella piazza Mercanti!
    Restiamo in attesa di FATTI, il tempo delle promesse é FINITO!!!

  7. “La verità mi fa male, lo so
    La verità mi fa male, lo sai
    Nessuno mi può giudicare, nemmeno tu
    (La verità ti fa male, lo so)
    Lo so che ho sbagliato una volta e non sbaglio più
    (La verità ti fa male, lo so)
    Dovresti pensare a me
    E stare più attento a te
    C’è già tanta gente che ce l’ha su con me, chi lo sa perché?….”

  8. Nel controcanto del consigliere leghista tra le varie affermazioni superficiali emerge un consiglio che non porta bene per chi spera di avere un futuro politico, specie quando afferma e dichiara che la lega lombarda lega nord per l’indipendenza della padania di Saronno è serena. Chi in passato ha augurato a chicchessia serenità è rimasto molto deluso dai risultati sperati.

  9. Intanto, invece di rispondere a domande e critiche legittime, si potrebbe rispondere spiegando i motivi per cui è stata ritirata la precedente delibera, poi illustrando il nuovo progetto e se prevede il taglio di tutti gli alberi o solo quelli del filare dove nascerà questa pista ciclabile o di nessun albero accontentando così anche l’opinione pubblica Saronnese e non solo i costruttori coi loro progetti che in presenza degli alberi sarebbero più costosi (per loro).

    • ** Bagolaro

      Esatto!
      Scappano dalla sentenza e ritirano il primo progetto.
      Nel frattempo ripropongono un nuovo intervento, confronto coi Saronnesi? no.. Che prevede? meglio non chiarire…

  10. Tutti i sacchesi (o ex) hanno solo procurato danni e casini.. Riflettiamo per le prossime elezioni, Lega e Fdi possono vincere da sole senza centristi che più che casini non hanno fatto.

      • Adesso i tempi sono cambiati… sac 0.0001% di consensi, ormai non esistono più. Obiettivo Saronno li sostituirà!

  11. Penso che non ci sia salvezza da questi piccoli salvini che stanno governando Saronno.La liberazione è lontana.

  12. @ Turk

    👍 ineccepibile

    Poi mettici il giochino di annullare il precedente progetto prima della sentenza del tar, e riproporre la stessa cosa sotto mentite spoglie.

  13. Buongiorno sig Sala;
    Nessuno vi vuole impedire il ” doveroso rifacimento dei marciapiedi”, la ” protesta”, se così si può chiamare, è contro il taglio degli alberi! Perché i marciapiedi possono essere sistemati anche senza commettere albericidi!! È dimostrato, invito il signor Fagioli cortesemente a rifletterci…

  14. Egregio Sig. Sala,
    Riqualificazione sì ma senza taglio alberi.
    La maggioranza dei saronnesi vuole questo!
    Chiedetelo seriamente e avrete la risposta.
    Non si può fare uno scempio del genere…per favore!

    • la maggioranza dei saronnesi è democraticamente rappresentata dalle istituzioni elette. 200 o 300 firmatari sono un’espressione (pilotata dalla sinistra?) importante, ma non rappresenta la maggioranza.

      • Ma chene sai tu. Ex la petizione e’ stata firmata da piu’ di 1600 persone.
        Amministrazione incapace di dialogare ed armonizzarsi con i suoi cittadini.

      • Io non sono di sinistra.
        Ma le garantisco che se questa amministrazione procederà con il taglio dei bagolari il secondo mandato se lo sogna.

        200_300 persone che hanno firmato ma migliaia che non vogliono il taglio. E le delibere sotto silenzio ne sono la prova.

        • Se tagliano i bagolari il mio voto non lo vedono più di sicuro. E non penso di essere il solo.

Comments are closed.