Home Città Sporcaccioni allertati: ecco le fototrappole con led invisibili e infrarossi

Sporcaccioni allertati: ecco le fototrappole con led invisibili e infrarossi

1264
6

SARONNO – Negli ultimi giorni sono arrivate al servizio della città di Saronno le due fototrappole inserite nel nuovo contratto per la raccolta differenziata.

Si tratta di dispositivi di sorveglianza automatica con led invisibili. Possono essere innescate da qualsiasi movimento di esseri umani con un sensore ad alta sensibilità di movimento a infrarossi. Ma soprattutto possono scattare foto ad alta qualità e possono essere attivate con un timer. Grazie al sistema infrarosso possono scattare foto anche nel buio della notte. Il dispositivo è progettato per l’uso all’aperto ed è resistente ad acqua e neve. L’obiettivo? Una lotta al degrado con una “caccia” a chi sporca per evitare abbandoni di rifiuti nei cestini pubblici e la creazione di nuove discariche.

“Negli ultimi anni – spiega Gianpietro Guaglianone – sono state moltissime le segnalazioni di saronnesi per discariche abusivi, rifiuti abbandonati accanto ai cassonetti a cui abbiamo cercato di dare tempestiva risposta. Ora con il nuovo bando per la raccolta differenziata e la pulizia delle strade abbiamo nuovi strumenti che ci permetteranno interventi più rapidi ma anche iniziative di prevenzione e di repressione”.

Le nuove fototrappole serviranno per “monitorare” le zone in cui si registrano sistematicamente abbandoni di rifiuti in modo da identificare il colpevole, sanzionarlo e costringerlo a ripulire o sostenere le spese per l’intervenuto comunale. Sono dispositivi di cui si sono già dotati molti comuni del comprensorio che in diverse circostanze ha dato buoni risultati.

L’assessore insiste comunque sull’importanza di iniziative di sensibilizzazione nelle scuole e per la cittadinanza. “Credo che l’educazione e l’invito al rispetto del decoro urbano resti il primo strumento per risolvere il problema del degrado – conclude Guaglianone – ma certo a fronte di situazioni critiche è necessario anche ricorrere a interventi punitivi per sanare la situazione ed evitare che si ripresenti”.

08112019

6 Commenti

  1. Bene,fatelo anche per le cacche dei cani e le pisciatine sui marciapiedi che si trovano in abbondanza specie in estate quando si cammina
    con ciabatte o scarpe aperte.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.