SARONNO – “Sto leggendo in queste ore una escalation di commenti assurdi sulla senatrice a vita Liliana Segre. Il sindaco di Pescara dice no alla cittadinanza perché “mancano i legami con la città”. Mi chiedo, quale città non ha un legame morale e civile con Liliana Segre?” Così la parlamentare locale Maria Chiara Gadda di Italia viva.

Leggo che per Giorgia Meloni il primo problema è il fondamentalismo islamico. Concordo anche io sia un problema enorme, ma qui c’è da guardare alla pancia degli italianissimi, per usare un’espressione tanto cara alla leader di Fratelli d’Italia. Persone di tutte le età, anche giovani, che pubblicano sui social commenti raccapriccianti, fino ad arrivare alla foto di una saponetta con la marca “Segre”.

Come il gruppo Do.Ra., per iniziare a dare nome e volto anche a haters organizzati di professione, che ispirandosi al nazi fascismo semina disprezzo sociale in provincia di Varese, infangando con le sue azioni anche la memoria di tante vittime della follia nazifascista. So che stiamo chiedendo ancora molto a Liliana Segre. Ma oggi più che mai è importante il suo impegno e la sua testimonianza: non rinunci a presiedere la commissione contro l’antisemitismo, l’odio e la violenza.

09112019

11 Commenti

  1. Pur condannando ciò che sta succedendo alla segre, ritengo la commissione contro antisemitismo , razzismo, etc inutile……italia e italiani non sono certo antisemiti,tantomeno razzisti, siete voi politici, soprattutto di sinistra che siete miopi verso i veri problemi che assillano gli italiani. Per voi se uno si lamenta per troppi sbarchi e troppi extracomunitari e “razzista” , se qualche imbecille da dietro una tastiera se la prende con un ebreo allora gli italiani stanno diventando antisemiti,…..se uno dice che grazie al Duce gli italiani hanno avuto la scuola pubblica, le otto ore, etc allora sta tornando il fascismo,…..Se si parla di con nostalgia della vecchia URSS ,che era un regime totalitario, si e semplicemente nostalgici del comunismo

  2. Sarò controcorrente ma secondo è proprio la sinistra italiana che si dovrebbe vergognare.
    Usare una signora che, per quello che ha passato, si sarebbe meritata di vivere i suoi ultimi anni in tranquillità invece per colpa di una politica che non ha più nulla da dire è stata messa nel frullatore mediatico!
    Massimo rispetto per chi ha vissuto il periodo più brutto della storia europea!

    • Non si preoccupi non è controcorrente, al contrario purtroppo rappresenta il pensiero maggioritario

    • Chi si deve vergognare è chi la insulta e minaccia….
      La commissione è una sua proposta
      Nn vale certo solo per lei
      E’ contro l’ odio, le fake, ecc. ma del resto capisco che per alcuni sono il nuovo lessico

  3. Sigra Gadda, a Pescara, città che ha dato i natali a D’Annunzio, la sinistra ha rifatto la carta intestata del comune perchè riportava il logo “Città dannunziana”
    Quindi?

    • @ “Rifatto la carta…”

      nel caso quindi? Sarebbe equiparabile a chi minaccia, difgonde odio, antisemitisno?
      Fenomeno quello legato all’ antisemitismo in crescita esponenziale in Ue.

  4. *** Basta

    La scuola pubblica nasce addirittura nell’ 850
    Il fascismo ha avuto il “merito” di non fartela piu’ frequentare se eri Ebreo….

    Per tutto il resto del tuo discorso, un conto e” affrantare un argomentro, altro e condannabile se diventa diffusione di odio, minacce, false informazioni con il solo scopo di creare indignazione, strumentalizzare le persone.

    • Conoscere la storia…….Il 19 dicembre presiedette alla firma dell’accordo tra Confindustria e la Confederazione delle Corporazioni fasciste (il cosiddetto “patto di Palazzo Chigi”).[142] Il regio decreto 30 dicembre 1923 n. 2841 stabilì la creazione degli Enti Comunali di Assistenza (ECA) con compito di «coordinamento di tutte le attività, pubbliche o private, volte al soccorso degli indigenti, provvedendo, se necessario, alle loro cure, o promuovendo ove possibile l’educazione, l’istruzione e l’avviamento alle professioni, arti e mestieri». Essi furono unificati in due enti territoriali deputati all’assistenza sanitaria e materiale dei poveri e dell’infanzia abbandonata col regio decreto del 3 marzo 1933 n. 383.[Il R.D. non parla di ECA, che sono nati nel ’37.]………..1933 venne creato l’Istituto Nazionale Fascista della Previdenza Sociale (INFPS), che assunse dal 1943 la denominazione di INPS, un ente di diritto pubblico dotato di personalità giuridica e a gestione autonoma con lo scopo di garantire la previdenza sociale ai lavoratori. In quegli anni ebbe origine del primo vero sistema pensionistico italiano: a carico dell’INFPS fu l’assicurazione (obbligatoria) contro la vecchiaia, estesa dai soli dipendenti pubblici (per i quali aveva il nome di pensione) a quelli privati…..etc etc

  5. ** Basta

    Ti ripeto che le prime iniziative di scuola pubblica risalgono a dopo il 1850 e partirono in Sardegna.
    Il fascismo da scuola ti toglieva se eri Ebreo.
    Qualunque cosa possa aver fatto anche di buono il fascismo, lo ha fatto sacrificando la libert’round. Usando la violenza, uccidendo gli oppositori. In molte occasioni abbiamo fatti anche peggio dei nazisti. Tipo quando noi gestivamo il lager di Lubiana.

    Dal 46 in poi si e’ fatto molto di piu’ e meglio senza uccidere gli avversari politici, senza manganellare nessuno come forma di divulgazione politica, senza ghettizzare nessuno se non la pensa in un certo modo, senza essere obbligato ad iscriverti al partito se no perdevi il lavoro, senza leggi raziali. Ecc.

Comments are closed.