SARONNO – “Un bel momento di sport e di condivisione di una passione sportiva un plauso alla Rari Nantes per questo nuovo successo organizzativo”. Sono le parole di Gianpietro Guaglianone che stamattina è andato a curiosare alla piscina di via Miola all’undicesima edizione del trofeo Master organizzato dalla Rari Nantes Saronno, come sempre con il patrocinio del Comune di Saronno e la preziosa collaborazione di Saronno Servizi Ssd e con il sostegno di Avis Comunale Saronno.

Confermata la formula vincente creata in occasione della scorsa edizione, che unisce alla tradizionale domenica di gare anche alcune distanze il sabato sera, a partire dalle 21. Il grande interesse viene confermato dall’alto numero di iscrizioni: a Saronno sono arrivati 860 atleti affiliati a squadre di Lombardia, Piemonte e Liguria, con una rappresentativa svizzera e di atleti provenienti dalle varie regioni d’Italia. Gli atleti master – vale a dire nuotatori over 25 under 100 che amano nuotare e ritrovarsi dentro e fuori la vasca- si sfideranno in oltre 1600 gare e ben 87 staffette.

“Passare a trovare gli sportivi della Rari Nantes è come sempre un’esperienza unica: l’evento è organizzato nei minimi particolari con un’attenzione che permette ai partecipanti, malgrado i grandi numeri sia sul fronte delle società sia su quello degli atleti, di godersi a pieno l’esperienza sportiva e di condivisione senza dimenticare anche un ritorno benefico”. Ospite della kermesse, infatti, è l’associazione “Il sogno di Lan” che sostiene il progetto “Swimming for safety” contro il rischio di annegamento infantile in Vietnam.

10112019