Home Groane Ceriano Laghetto Della Rovere replica a Dante Cattaneo: “Negare l’impegno della Gev non fa...

Della Rovere replica a Dante Cattaneo: “Negare l’impegno della Gev non fa onore ad un amministratore”

877
13

CERIANO LAGHETTO – Pubblichiamo integralmente la nota del presidente del parco Groane Roberto Della Rovere che replica all’intervento del vicesindaco Dante Cattaneo.

“Nel prendere atto con un certo sconcerto di quanto affermato da un amministratore locale in un post odierno, che ricostruisce ciò che è avvenuto nel corso della giornata di pulizia straordinaria del Parco, preme ricordare che in tutti questi anni le straordinarie GEV del Parco sono sempre state presenti e attive nelle iniziative di pulizia del Parco. Se fosse mancata la loro disponibilità ed abnegazione la maggior parte delle volte queste lodevoli iniziative non avrebbero potuto tenersi. Negare ciò e, addirittura, additare queste persone che impegnano gran parte del loro tempo a tutte le attività a favore della collettività non fa certo onore a una persona che appartiene alla pubblica amministrazione. Il compito del Parco è si quello di tutelare il territorio ma, in primis, è quello di salvaguardare l’incolumità dei propri dipendenti e dei propri volontari. Vi è altresì da ribadire che tutte le azioni di intervento svolte dal Parco in luoghi ritenuti non sicuri o sensibili sono preventivamente comunicate e concordate con l’Arma dei Carabinieri e ciò, oltre per una tutela dell’incolumità dei partecipanti, anche per evitare di intralciare eventuali azioni di intelligence in atto da parte delle Forze dell’Ordine. Qualcuno può non condividere assumendosene tutte le responsabilità ma, per il Parco, questa è la prassi. Sarà premura di questa presidenza e del consiglio tutto verificare l’esatta evoluzione di quanto accaduto certo che il nostro personale in servizio e i volontari presenti abbiano agito secondo protocolli di sicurezza e buon senso. A loro tutti la nostra vicinanza”.

18112019

13 Commenti

  1. Noi di Solaro stiamo ancora aspettando un comunicato sul taglio del bosco privato e sul taglio di due splendidi alberi alle scuole elementari!

    • Non conosco la cosa, ma per quanto riguarda la scuola, il parco non ha voce in capitolo. Per quanto riguarda un bosco di proprietà privata, il taglio è possibile anche nei parchi, rispettando le tempistiche e le modalità. Se si trattava di un bosco di robinie o altre specie alloctone (come il ciliegio tardivo), è praticamente consentito anche il taglio a raso.
      Il taglio del bosco di per sé è una cosa normale, l’importante, nei boschi di pregio, è rispettare le matricine (presenza di alberi particolarmente preziosi), i tempi e le modalità di taglio.

        • Sì ma il giardino di una scuola non ha particolari tutele, salvo l’eventuale presenza di alberi considerati storici (quindi con determinati requisiti) o altro.
          Allo stesso tempo, il fatto di far parte di un parco, non escludo la possibilità di taglio di essenze arboree, ovviamente nel rispetto dei regolamenti.

    • Dalla Rovere siamo in attesa di un intervento!
      A Solaro tagliano alberi vivi e lasciano alberi morti.
      Ci dica qualcosa!
      È o non è presidente del parco.

  2. Bravo Dante, riprendiamoci il Parco e mandiamo a casa questi signori che hanno fallito

    • Mentre il Dante ha ottenuto grossi risultati:
      Parco Groane libero dalla DROGA
      Ceriano è diventata una attrazione turistica
      Ceriano pullula di attività commerciali

  3. E’ un dato di fatto che Dante, a livello amministrativo, sia una spanna sopra tutti.

  4. La sua ultima frase che dovrebbe essere la risposta di tutto…nel rispetto dei regolamenti

Comments are closed.