Home Città Esposto alla Corte dei Conti su area feste. Comune: “Mezzucci per gettare...

Esposto alla Corte dei Conti su area feste. Comune: “Mezzucci per gettare fango sull’Amministrazione”

555
17

SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota del Comune in merito all’esposto alla corte dei conti per l’area feste.

L’Amministrazione comunale nei giorni scorsi ha appreso dalla stampa locale la notizia dell’esposto presentato alla Corte dei conti da diversi esponenti delle forze di opposizione, finalizzato alla verifica della regolarità dell’acquisto dei terreni destinati alla realizzazione dell’area feste.

Da quanto scritto le minoranze contestano il prezzo d’acquisto pagato dal Comune di Saronno, in quanto ritenuto non congruo per le aree agricole.
Purtroppo per gli esponenti le aree in questione non sono aree agricole, ma ATP=Ambiti di Trasformazione Perequata e come tali sono state trattate e stimate ai fini del relativo trasferimento.

La perequazione è un istituto disciplinato dalla legislazione regionale, proprio per contemperare le precedenti differenze di valori tra aree libere assegnando una possibilità edificatoria anche ad aree ove è prevista l’acquisizione da parte del Comune, ed attuato su queste e su altre aree con l’approvazione del P.G.T. nel 2013, da allora invariato, vale a dire – quindi – introdotto proprio dalle minoranze o almeno da buona parte di esse che oggi risultano firmatarie dell’esposto alla Corte dei Conti.

Risulta inevitabile, quindi, porsi la seguente domanda: perché le attuali minoranze fingono di non conoscere l’effettiva classificazione dei terreni di cui si discute?

La risposta appare più che evidente se si considera che l’attività politica svolta negli ultimi tempi dalle attuali minoranze è stata finalizzata non al perseguimento degli interessi pubblici della comunità saronnese, ma unicamente a gettare fango sull’attuale amministrazione.

Non è un caso infatti che sia stata data la notizia ai giornali. Se avessero voluto perseguire l’interesse pubblico non sarebbe stata necessaria la pubblicità, ma il semplice invio. Viene evidentemente da chiedersi se, considerate le imminenti elezioni, questa e altre manovre non siano semplicemente dei mezzucci per cercare di screditare quello che ha fatto l’Amministrazione (tra cui senz’altro si può annoverare l’acquisizione al patrimonio pubblico di terreni in posizioni strategiche) e non potendosi accreditare le cose positive quali la realizzazione delle bonifiche di cui gli altri tanto han parlato, ma che sono andate in porto solo con l’Amministrazione Fagioli.

10122019

17 Commenti

  1. L’appropriarsi della fine delle opere di bonifica è la stessa posizione di quelli che sposano la donna incinta di un altro e si vantano della nascita del loro figlio…

  2. Doveroso che le opposizioni chiedano verifica quando si spendono soldi pubblici, soprattutto se si ritiene piuttosto discutibile il modo in cui i soldi di tutti i contribuenti vengano spesi. Quindi al posto di sentirsi offesi, si poteva semplicemente rispondere. Non finirò mai di dirlo, gli amministratori pubblici sono appunto amministratori di beni di tutti i cittadini e devono rispondere a tutti i cittadini con la massima trasparenza, e in questo, spiace dirlo, l’attuale amministrazione è sempre stata carente.

  3. Leggendo questa nota mi sono «ma dove sono capitato?
    Un “amministratore ” lavora per il bene della città e quindi non mi sono chiesto di chi fossero i terreni e ho pensato che ero io che non ho una visione chiara della città che non capivo perche sono stati acquistati.
    Poi però mi sono prima stupito e poi vergognato…

    «L’Amministrazione comunale nei giorni scorsi ha appreso dalla stampa locale la notizia dell’esposto presentato alla Corte dei conti da diversi esponenti delle forze di opposizione»
    Mi sembra tutti tranne “lega x…” e FI o sbaglio?
    Intanto non capisco perché non è stato dichiarato che si trattava di un esproprio?
    non sarebbe cambiato nulla ma si era trasparenti … quindi qui sorge il primo dubbio.
    ….ed ecco una bella nota che dice come sono i terreni nel PGT accusando le minoranze di fingere di non sapere….
    Poi il colpo di grazia parliamo male degli “altri” così evitiamo di discutere su di noi.
    Infine
    “Se avessero voluto perseguire l’interesse pubblico non sarebbe stata necessaria la pubblicità, ma il semplice invio.”
    per fare una farsa in Consiglio comunale dove Voi votate che non è vero!
    ed ecco i titoli finali
    “tra cui senz’altro si può annoverare l’acquisizione al patrimonio pubblico di terreni in posizioni strategiche”
    ognuno ha le proprie idee ma solo le strategie utili alla citta sono quelle che dovrebbero essere perseguite e qui forse proprio non ci siamo.
    Adesso dico perché mi sono vergognato capisco che chi “amministra” forse mancando di alcuni fondamentali voglia usare il metodo
    #colpadeglialtri
    #glialtrisonocattivi
    ma qualcuno che pensi al bene di Saronno in questa città esiste ?
    ma un dialogo sereno, pur con posizioni politiche diverse è solo a Saronno che non si riesce a fare

    Altro che Capolinea lo abbiamo già passato da tempo e non ci siamo accorti!

  4. Terreni in posizioni strategiche? Strategici per chi li ha venduti forse. Sono gli ultimi campi agricoli a ridosso del Comune di Origgio. Poi, perché avete parlato di compravendita ed invece sono stati espropriati? Un ’bout di trasparenza in più sarebbe stata quantomeno corretta.

  5. Mezzucci? Perché? Considerate le vostre comunicazioni sull’argomento mi sembra il minimo per capirci qualche cosa.
    Ps
    Aldilà che il posto è a casa dei lupi

  6. “finalizzato alla verifica della regolarità dell’acquisto dei terreni ”
    scusate cara amministrazione se le minoranze hanno il compito di verificare il lavoro della maggioranza.
    Sordi a tutto, permalosi e scostanti come sempre!

  7. Tutto questo rivendicato dalla Lega e’ commovente😁
    Loro sempre sobri, mai una facile speculazione, mai parole eccessive, mai che so un #parlatecidibibbiano… 😄😄

  8. E’ bello sapere che il sindaco si preoccupi della nostra salute con la bonifica delle falde acquifere…
    Ma le verifiche sulla contaminazione delle falde della Ex Cantoni partono nel 2013 e si susseguono oltre il termine del mandato Porro fino a novembre 2015…
    E’ normale quindi che la bonifica l’abbia fatta l’attuale giunta, (in carica da giugno 2015). Chi altro avrebbe dovuto farla 😅?
    Per quanto riguarda la ex De Nora la situazione è simile visto che solo nel 2016 la regione ha dato pieno mandato al comune di occuparsi della bonifica…
    Peraltro si tratta di un provvedimento obbligatorio in base al d.lgs 152/2006.
    E’ anche l’unico bando provinciale emanato per Saronno negli ultimi due anni.

  9. stranamente la posizione più autorevole della sinistra saronnese, il parlamentare IV Librandi , non si fa sentire !
    pontifica su tutto ma tace quando si tratta di Saronno e forse è meglio per tutti, soprattutto per la sinistra saronnese

    • @ Lanzichenecco

      Un ’bout di benaltrismo per sviare il discorso da una lecita perplessit’round e verifica sul prezzo di vendita? Ptezzo che pagano tutti i saronnesi.

    • Lanzichenecco

      le risulta che Librandi sia in giunta tra le opposizioni?
      Poi che decida lei cosa sia meglio per me la dice lunga…

Comments are closed.