UBOLDO – “Dunque, finalmente scopriamo che all’attuale Amministrazione l’intervento in via Cerro Non è mai piaciuto e non piace nemmeno ora!”

Inizia così la nota del consigliere comunale Alessandro Colombo portavoce della lista Per Uboldo.

“Ma guarda che sorpresa? Ci sono voluti 78 giorni perché un assessore – tra l’altro nemmeno quello competente per materia ma l’assessore all’Ambiente – dichiarasse con un post su Facebook quanto segue: “Il progetto di via Cerro, lasciatoci in eredità dalla vecchia amministrazione, era un progetto “monco” che presentava molte criticità soprattutto a livello di sicurezza.(…) Il progetto, anche se fatto a regola d’arte (cioè secondo le regole), come dice il nostro sindaco, non ci piace neanche ora, secondo noi avrebbe dovuto fare parte di un progetto più ampio di rivisitazione della viabilità intera del comune”.

Noi la denunciammo il 24 settembre (78 giorni fa…) la pericolosità dell’intervento in via Cerro dicendo che “per noi era un progetto che non metteva certo in sicurezza la strada”.

E avevamo chiesto pubblicamente al sindaco Luigi Clerici se fosse davvero convinto di quello che stava facendo e se gli assessori avessero attentamente esaminato il progetto.

Una settimana dopo eravamo stati bacchettati pubblicamente dal sindaco Clerici che aveva dichiarato: “Il consigliere Colombo può stare tranquillo: il progetto di riqualificazione di via per Cerro è stato approvato da tutti gli organismi preposti perché fatto a regola d’arte”.

Dunque ci sono voluti 78 giorni e un paio di articoli con le lamentele dei cittadini residenti perché qualcuno si prendesse la briga di dire la verità!

Peccato non lo abbia dichiarato il sindaco stesso, o meglio ancora l’assessore alla partita, cioè l’assessore ai Lavori Pubblici. Ma, forse, capiamo l’imbarazzo di chi per dieci anni ha ricoperto il ruolo di vice sindaco nell’Amministrazione precedente, condividendone le decisioni (compreso il progetto di via Cerro), e ora si trova a dover rinnegare quanto fatto in precedenza… Certo, non è facile. Però qualche volta bisogna pur “metterci pure la faccia”!

Sindaco Clerici continui pure a prendere in giro noi dell’opposizione, tanto poi tutto torna…
Ma la smetta di prendere in giro i cittadini uboldesi”.

2 Commenti

  1. Caro Colombo, credo che la cittadinanza uboldese si stia rendendo conto del nullafare dell’amminstrazione Clerici, avevano promesso di riprenderci i nostri sogni, in effetti si continua a dormire profondamente.
    Cito una frase che, a me piace, del Senatore Mario Monti: ” Il popolo non vota chi li guarisce ma, chi li droga ” (nel senso di promesse), e questi sono i risultati. Buone feste

    • E’ vero. E a Uboldo si va avanti così da undici anni. Undici anni di gente che ha promesso sogni. Ma i sogni vanno lasciati a Hollywood e a Cinecittà. I paesi hanno bisogno di fognature efficienti, mobilità ordinata, aria pulita, servizi pubblici ben gestiti, le opere pubbliche necessarie e non una di più, tassazione equilibrata. Rimpiango tutte le amministrazioni prima del 2008, quando ad amministrare erano i competenti.

Comments are closed.