CISLAGO – GERENZANO I carabinieri della stazione di Cislago hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un giovane 29enne ucraino, residente a Saronno, accusato di due tentate rapine commesse nei confronti di altrettante farmacie di Gerenzano.

In una sola serata, il giovane aveva tentato di ottenere, in due farmacie diverse, con minacce e brandendo un martello, un farmaco specifico. L’uomo, tossicodipendente, voleva impossessarsi del farmaco particolarmente costoso, il cui utilizzo ovviamente non è consentito senza ricetta medica, perché, se mescolato con l’alcol, fornisce effetti simili a quelli dell’eroina.

In entrambi i casi, i farmacisti sono riusciti a vincere l’opposizione del 29enne, chiamando il 112 mettendo così in fuga il rapinatore.

Partendo dalle immagini dei sistemi di videosorverglianza ed il racconto delle vittime i carabinieri hanno identificato l’autore, già noto, e che è stato denunciato alla procura di Busto Arsizio la quale, concordando con i risultati dell’indagine dei carabinieri, ha chiesto ed ottenuto una misura cautelare dal Gip di Busto Arsizio, prontamente eseguita dai carabinieri di Cislago. Il 29enne è stato quindi dichiarato in arresto ed accompagnato nel carcere di Busto Arsizio.

14122019