SARONNO – Il clima natalizio non riduce l’attività del gruppo 100% animalisti che stamattina in una nota si è scagliato contro uno dei decori natalizi proposti dalla nota catena di supermercati  Esselunga. Non è la prima volta che il gruppo condanna la scelta di mette in vendita prodotti che secondo gli animalisti lanceremmo un messaggio negativo nel rapporto tra uomini e animali. Qualche anno fa nel periodo estivo si erano scagliati contro un kit da pesca di una nota azienda di prodotti sportivi. questa volta nel mirino degli animalisti è finito un alberello di natale realizzato in legno e pelliccia. “La pelliccia, meno male, è sintetica. Ma è sempre un “simbolo” macabro. Noi di Centopercentoanimalisti da sempre siamo contro le ostentazioni che lanciano comunque un messaggio sbagliato”.

E continuano: “E quel che è peggio, può suggerire l’idea di usare pelliccia “vera”: cioè di animali ammazzati e scuoiati. Già si vedono in giro borsette o calzature fatte con animali imbalsamati: non è il caso di diffondere”.

Da qui l’appello: “Consigliamo Esselunga, azienda che reputiamo seria, di togliere questo articolo magari emanare un comunicato chiarificatore”.

(foto archivio)

15122019

13 Commenti

  1. Ehi Babbo Natale….tira via la fascia bianca dal cappello e dalla casacca…vuoi che la si scambi per pelliccia? ….e tira via anche la barba bianca 😱😱

    • Loro stanno esagerando o quelli come te che se ne fregano delle torture e maltrattamenti che subiscono gli animali?

      • C’è una notevole differenza fra le torture agli animali e un alberello in pelliccia sintetica

        • cè una grossa differenza tra un alberello in pelliccia (seppur sintetica) e un messaggio sibillino che potrebbe portare alla crudeltà nei confronti degli animali

Comments are closed.