SARONNO – Aiutare le imprese offrendo gli strumenti per svilupparsi e competere con il mercato. E’ la principale mission di Confcommercio Ascom Saronno, perseguita con impegno e professionalità. “I risultati del 2019 ci dicono che abbiamo ben operato e che il percorso intrapreso è quello giusto”: il presidente Andrea Busnelli e il direttore Roberto Carettoni hanno scelto la strada dei numeri per meglio sintetizzare il lavoro svolto negli ultimi dodici mesi, a favore delle oltre 850 aziende associate. “I numeri – rimarcano – sono meglio delle parole: concretizzano un concetto”.

DIAMO I NUMERI
Si parte con gli 800.000 euro erogati agli associati attraverso la cooperativa di garanzia AscomFidi. Un sostengono economico fondamentale a favore di chi si immette sul mercato, o di chi necessita di un finanziamento per consolidare la propria attività. Eccellenti anche i numeri della formazione, rivolta a chi entra nel mercato ma anche a chi nel mercato c’è già: 1.600 addetti formati e 1.000 ore di formazione continua e obbligatoria (in parte cofinanziata dagli Enti Bilaterali della provincia di Varese). L’assistenza sindacale e associativa alle imprese ha toccato, invece, il tetto delle 1.300 ore, mentre quelle di consulenza gratuita erogata agli associati sono state 930.
Passando alla parte “burocratica”, sono state elaborate 1.850 dichiarazioni dei redditi; emessi, alle 210 imprese gestite dall’area lavoro, 14.500 cedolini paga; elaborate 67.000 fatture per le 270 imprese gestite dell’area fiscale.

Ultimo dato sono i 380 adeguamenti in materia di sicurezza, igiene ambientale e privacy erogati dall’area formazione e qualità aziendale.

SUPPORTO, ASSISTENZA, SERVIZI
“Fra le priorità di un’associazione di categoria come la nostra – commenta il presidente Busnelli – ci deve essere quella di far capire agli imprenditori l’importanza di farne parte. Ritengo perciò importante comunicare agli associati, ma anche a tutte le aziende che ancora non lo sono, quali siano i vantaggi offerti anche in termini numerici. In questa fase di cambiamento del mercato e dopo aver visto come il commercio sia cambiato così repentinamente nell’arco di pochi anni, Ascom Saronno è in grado di dare supporto, assistenza e servizi attenti all’imprenditore. Ma, soprattutto, è in grado ascoltare la voce degli imprenditori, di riunirli e farli confrontare fra loro per condividere problematiche e progetti”.

Busnelli ripete ciò che ha inserito tra gli obiettivi prioritari al momento del suo insediamento lo scorso settembre: “La formazione costante e di alto livello e un accesso più facile e agevolato alla risorse economiche sono fondamentali. Il fatto che i nostri associati abbiano ottenuto finanziamenti per oltre 800.000 euro, grazie al nostro intervento, lo considero un traguardo molto importante. Anche le ore di formazione, oltre 1.600, sono un eccellente risultato, dal quale ripartire nel 2020 per riuscire a far ancora meglio”.

Il presidente vuole condividere gli obiettivi raggiunti con tutto il personale dipendente. “È soprattutto grazie a loro se Confcommercio Ascom Saronno si conferma l’associazione di categoria più rappresentativa del Saronnese”.

IL RUOLO SOCIALE DELLE IMPRESE

“I numeri del 2019 – aggiunge Carettoni – sono il segnale tangibile dell’operato di tutti i dipendenti di cui ne vado orgoglioso e a cui va tutto il mio plauso”. Il direttore sottolinea poi “ciò è sancito nello Statuto di Confcommercio anche a livello nazionale”, ovvero quel dovere fondamentale che a Saronno è diventata la mission da perseguire giorno dopo giorno: mettersi a disposizione delle imprese fornendo i mezzi per crescere e per essere concorrenziali. “E’ quello che facciamo e che continueremo sempre a fare – termina Carettoni – Perché le nostre imprese garantiscono anche un importante servizio sociale: il tessuto economico di un territorio e la sua attrattività dipendono soprattutto dal commercio, dal turismo e dai servizi”.

17122019