Home Groane Capodanno senza botti, l’opera di sensibilizzazione del comune

Capodanno senza botti, l’opera di sensibilizzazione del comune

894
2

LAZZATE – «Si può festeggiare anche senza i botti, pensando soprattutto ai tanti animali domestici per i quali inizia un periodo di sofferenza e paura». È l’appello dell’amministrazione comunale di Lazzate in vista delle celebrazioni di fine anno. L’Amministrazione comunale sensibilizza la popolazione chiedendo, ove possibile, di rinunciare all’utilizzo di botti per i festeggiamenti di fine anno. «È importante perché gli animali hanno un udito diverso dal nostro, per cui i rumori e i colpi come nel caso dei botti, sono amplificati. Recentemente ci sono sempre più casi di animali spaventati a morte (specialmente cani) a causa dei botti». Il Comune di Lazzate, scegliendo di non emanare alcuna ordinanza specifica in quanto di difficile applicazione soprattutto sul fronte dei controlli effettivi, chiede comunque ai cittadini una maggior considerazione delle conseguenze dei botti. Botti che peraltro, laddove acquistati da produttori e venditori autorizzati, sono perfettamente legali e un’ordinanza per vietarli tout-court si presterebbe a facili ricorsi. «Meglio quindi orientarsi sul fronte della prevenzione e della sensibilizzazione». Lo scoppio dei botti, infatti, come spiegano gli esperti, crea negli animali una vera e propria condizione di panico che li porta a comportamenti irrazionali, con tentativi di allontanamento, il rischio di perdere l’orientamento, di smarrirsi o di essere investiti dalle automobili. Tra i suggerimenti da adottare per evitare conseguenze spiacevoli durante lo scoppio di petardi e fuochi d’artificio c’è innanzitutto quello di portare l’animale in un locale chiuso, conosciuto e sicuro mettendogli a disposizione il suo giaciglio e alcuni oggetti a lui familiari, ad esempio i suoi giochi preferiti, le ciotole e qualcosa da rosicchiare. Durante i botti, se possibile, meglio restare nei pressi dell’animale e cercare di sdrammatizzare la situazione, eventualmente facendolo giocare. Occorre fare attenzione ai comportamenti anomali dell’animale e cercare di intervenire al più presto per evitare loro inutili sofferenze e conseguenze gravi. «Faccio dunque appello alla sensibilità dei lazzatesi affinché si rinunci ai botti e, se proprio non potrete farne a meno, che ci sia un uso consapevole, di prodotti pirotecnici legali e sicuri da venditori autorizzati» – dichiara il sindaco Loredana Pizzi.

27122019

2 Commenti

  1. Giustissimo anche se fa un po strano sentirlo dire da chi sostiene la caccia considerandola una preziosa tradizione da mantenere

  2. Ma cosa c’entra la caccia……. Non mi pare sia la stessa cosa…….. Cmq niente botti all’ultimo dell anno e giusto

Comments are closed.