MILANO – Non un semplice emendamento alla Legge Regionale di Bilancio. Piuttosto il primo passo di un percorso che, partendo dal Seveso, vuole mettere in sicurezza i principali corsi d’acqua che attraversano la provincia di Milano e la Lombardia. Lo chiede il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle Massimo De Rosa: “Vogliamo siano stanziati, inizialmente, quattrocentomila euro volti a finanziare la mappatura georeferenziata – tramite utilizzo di droni – degli scarichi che riversano nel torrente Seveso. L’idea è quella di destinare risorse per estendere alla provincia di Milano, il progetto Brianza Stream portato avanti dal gestore del Servizio Idrico Integrato della Provincia di Monza e Brianza e Brianza Acque, nei tratti di fiume non ancora mappati nel territorio milanese e comasco. Nell’ottica di un piano pluriennale di lotta al dissesto idrogeologico e agli allagamenti cittadini, abbiamo intenzione di estendere nel tempo l’iniziativa anche ai fiumi Lambro e Olona”.

I quattrocentomila euro serviranno per permettere ad Aipo, l’Agenzia Interregionale per il fiume Po (congiuntamente con i gestori del Servizio Idrico e la Direzione Generale regionale competente), di dare vita ad un gruppo di lavoro dedicato. Il cui obiettivo sarà quello di realizzare un modello da applicare poi ad altri fiumi lombardi, al fine di avere un censimento completo degli scarichi lungo l’asta di altri bacini. “È necessario sigillare sia gli scarichi abusivi sia quelli che risultano inattivi e per “targare” con apposito contrassegno gli scarichi autorizzati e consentiti” fa sapere De Rosa: “Si tratta di un’operazione di grande importanza, ci auguriamo che la maggioranza ritenga la sicurezza dei nostri fiumi e i cittadini che vivono lungo i loro argini, importante tanto quanto la riteniamo noi e voti con noi questo emendamento”.

(foto archivio: un corso d’acqua nella zona)

27122019

2 Commenti

  1. Mi sembra un ottimo progetto, ma proprio perchè tale non passerà con l’attuale maggioranza

Comments are closed.