LOMAZZO – Doppio appuntamento con il genio di Leonardo a conclusione dell’anno dedicato al Cinquecentenario di uno dei più grandi personaggi di tutti i tempi.

Oggi 28 e domani 29 dicembre la città di Lomazzo omaggia Leonardo con due eventi che vedranno presenti relatori di primissimo piano, ciascuno nel proprio campo.

Sabato 28 dicembre 2019, presso la chiesa di San Vito, piazza Brolo San Vito – Ore 21:00 – “La musica di Leonardo da Vinci” – Il fisico e costruttore d’organi Walter Chinaglia, ci accompagnerà a conoscere le ingegnose macchine pensate da Leonardo per la musica, con alcuni brani dell’epoca rinascimentale eseguiti dalla Schola Cantorum di Lomazzo. Leonardo, straordinario esploratore dei molteplici ambiti delle scienze, delle arti e del pensiero, come noto, si è occupato intensamente, durante la propria esistenza, anche di musica, ponendo questa disciplina in stretta relazione con tutti gli altri ambiti del sapere. Fu costruttore, inventore, modificatore di strumenti, eccellente esecutore, studioso dei fenomeni acustici. Nel Codice Madrid II, foglio 76r, è rappresentato un piccolo disegno di organo, conosciuto come “l’Organo di Leonardo”. Strumento musicale a mantice, ha alcune analogie con la fisarmonica tradizionale; si tratta però di uno strumento dal timbro completamente diverso, ritrovato da Chinaglia. Dopo oltre otto anni di intensi studi di iconografie, repertorio, tecniche di costruzione e di gioco, Walter Chinaglia è riuscito a sviluppare una perfetta interpretazione dell’organo portatile di Leonardo, riconosciuta come la più verosimile ricostruzione dello strumento musicale leonardesco.

Domenica 29 dicembre 2019, presso la chiesa di San Siro, via Milano 24 – Ore 21:00 – “Leonardo il mitomane” – Incontro con Philippe Daverio, storico dell’arte. Il noto critico d’arte di fama internazionale ci svelerà un Leonardo inconsueto. Leonardo Da Vinci? “Un rompiscatole, uno che andava controcorrente, ma soprattutto un mitomane che nella storia ha sempre attratto i mitomani. Primo tra tutti: Napoleone che aveva appeso la Gioconda in camera da letto”. In sostanza “una figura attualissima, un genio della sperimentazione perenne”. La conferenza del noto critico d’arte sarà inoltre un omaggio ai 100 anni della decorazione ad affresco della chiesa di S.Siro ad opera di Luigi Morgari.

Gli eventi sono parte della rassegna “Leonardo. L’eternità del Genio”, organizzata dal Gruppo Culturale Lomazzo, di cui fanno parte Maria Teresa Capasso, Luciano Russo, Francesco Lotano, Alberto Monti, che è anche assessore alla cultura della città di Lomazzo; dalla Biblioteca Civica di Lomazzo, coordinata da Elena Roncoroni e si svolge con il supporto delle associazioni lomazzesi.

Le due serate sono ad ingresso gratuito: per ragioni organizzative, è richiesta la registrazione tramite la piattaforma eventbrite.it, ricercando rispettivamente “La musica di Leonardo da Vinci incontro con Walter Chinaglia” e “Leonardo il mitomane – Incontro con Philippe Daverio”.

I relatori a cui sono affidate le due conferenze, Walter Chinaglia e Philippe Daverio, accompagneranno il pubblico in una celebrazione del genio leonardesco di grande respiro culturale.

28122019