SARONNO – Due pattuglie della polizia locale ferme a bordo sagrato, una a gironzolare fra piazza Libertà e dintorni; ed una trentina di cittadini, in maggioranza sparuti stranieri, soprattutto famiglie con bimbi piccoli e passeggini; stranieri che erano probabilmente gli unici a non sapere che per Capodanno nel centro di Saronno non ci sarebbe stato proprio nulla di cui divertirsi. Ecco come la città degli amaretti ha “festeggiato” il passaggio dal 2019 al 2020, nel “cuore” dell’isola pedonale.

Il massimo della trasgressione? Qualche petardo “gioco” che non ha spaventato proprio nessuno, in una piazza Libertà semibuia a dispetto della l’illuminazione natalizia proiettata sulla chiesa prepositurale di San Pietro e Paolo. Non proprio il “deserto” assoluto ma quasi nel centro storico di Saronno per il cambio di anno, addio 2019 e benvenuto 2020, appuntamento per il quale in città non è stato organizzato nessun evento pubblico (a parte l’abituale spettacolo al teatro civico).

Quest’anno in piazza Libertà è stata inaugurata, almeno la sera, una illuminazione natalizia piuttosto suggestiva (anche se durante il giorno, senza luci, l’alberto di Natale è tutt’altro che “invitante”, perchè è rimasto al “naturale”) ma non sono tornati gli eventi che anni fa erano invece stati, in particolare con il sindaco Pierluigi Gilli e l’allora assessore agli Eventi, Fabio Mitrano; si trattava di una tradizione molto gradita da parte dei cittadini, che d’altra parte non è stata successivamente più ripetuta, se non in una occasione dal successore Luciano Porro. Molti si ricordano ancora i momenti musicali, i fuochi d’artificio, il cordiale brindisi con gli amministratori comunali.

01012020

21 Commenti

  1. Gli anni di Gilll e Mitrano si ricordano anche per l’eccessivo cemento in centro…

    • mi pare invece di vedere il ritorno del verde e la lotta all’inquinamento di questi senza-futuro

      • Se verde e lotta all’ inquinamento e non cementificazione sfrenata… Ti sembravo negativi vedi tu…. Ma sembrano argomenti molto apprezzati da tantissimi. E questo non significa citta” morta come e’ oggi te lo garantisco. Ne tantomeno sono argomenti in antitesi con il rilancio economico… Anzi!

      • Un sindaco deve pensare all’inquinamento?? C è già la Gretina che ci pensa… Ci pensa ad intascarsi i soldi??

        • Greta è avvalorata dalla migliore scienza disponibile oggi,, tu sembrerebbe la miglior mancanza di informazione possibile! ( chi intasca soldi? lobby carbone, estrazioni invasive petrolio… )

    • perchè adesso non di costruisce in centro o non di danno licenze? hanno anche riammesso le auto nella Ztl! ma la città è morta

      • Si costruzioni e no ztl… Non sono il sistema per rilanciare e rendere attrattiva oggi una Citta. Non siamo negli anni 80

  2. La triste realtà della città di SARONNO. Appiattimento totale al nulla per evitare ogni critica a questa amministrazione leghista in dirittura d’arrivo. Dimostrare di essere parsimoniosi significa non avere idee e visione del futuro per una Comunità specie quando gli sprechi sono all’evidenza della vita cittadina.

    • Il degrado della città non è certo iniziato con la giunta leghista e purtroppo….. Non finirà con la stessa……. Politici incapaci e o improvvisati mi piano un po’ tutti….. Da sx a dx e passando dai 5 stelle….. Le sardine saranno più o meno le stessa cosa… Poi pensiamo di far diventare verdi le aeree dismesse…. Cosa un po’ difficile senza soldi….. I privati se ci mettono soldi poi giustamente vogliono rientrare dell investimento….

      • Si caro Basta, ma a sto giro a mancanza di iniziative idee ecc. siamo over the top!

    • Mi sarei aspettato un concerto organizzato dal futuro sindaco Amodio.. e come presentatore il suo consulente esterno. Sarebbe stato un successone.

  3. “”Capodanno nel centro di Saronno non ci sarebbe stato proprio nulla di cui divertirsi. Ecco come la città degli amaretti ha “festeggiato” il passaggio dal 2019 al 2020, nel “cuore” dell’isola pedonale.”

    La citta` sempre piu` del nulla…
    In compenso 2 auto a presidiare il nulla ??
    Poi ci si stupisce se la Citta` e` sempre piu` non frequentata ed anche poco vissuta dagli stesdi Saronnesi.

    Vogliamo continuare cosi`?

    • si i fuochi sono la cosa più inutile, pericolosa ed inquinate che si possa fare per festeggiare l’ ultimo in una Città.
      Credo che si possono fare almeno 100 cose pi utili belle e coinvolgenti….

  4. Io volevo assistere alla solita rissa fra risorse o la finale del campionato saronnese del lancio della bottiglietta…peccato 2 dei migliori eventi della tipica notte saronnese degli ultimi 20 anni non si sono svolti!

  5. Ma vi lamentate che non sia stato organizzato nulla ed erano presente solamente “30” rissosi marocchini?
    Cosa volevate, una festa ad hoc per loro??

Comments are closed.