SARONNO – Grande orgoglio, plausi e soddisfazione per i saronnesi che hanno riconosciuto Andrea Leanza, il mago degli effetti speciali saronnese, nei backstage pubblicati da Pierfrancesco Favino per raccontare Hammamet il film del regista Gianni Amelio che debutta oggi nelle sala italiane.

Nei video l’attore protagonista di un’autentica trasformazione racconta proprio le 5 ore di trucco che lo trasformavano in Bettino Craxi con un plauso per gli esperti che lo affiancano in questa metamorfosi. Diverse le immagini in cui si vede il saronnese Andrea Leanza che, con la collega Federica Castelli, prepara Favino.

Molto apprezzati dai saronnesi non solo per i momenti delle clip in cui si vede il saronnese al lavoro ma anche quelli in cui scherza con Favino. “E’ proprio Andrea – racconta un amico a IlSaronno – preparato ma con il sorriso e la battuta pronta. Soprattutto nel punto di sera in cui scherza con l’attore in auto ho riconosciuto proprio Andrea di quando eravamo piccoli”. Del resto Leanza è una delle eccellenze saronnesi, protagonista di una bellissima storia di professionalità e fiducia nelle proprie capacità. Partito dal corso di truccatore con la Croce rossa e da una passione per i dinosauri, grazie alla sua grande manualità, ha lavorato per qualche anno creando dinosauri a grandezza naturale per un parco divertimenti. Il suo sogno erano però gli effetti speciale e così, con il pieno appoggio della famiglia, ha lasciato il posto sicuro per iniziare una carriera che l’ha portato anche a lavorare in grandi produzioni holliwoodiane.

Oltre al saronnese Andrea Leanza che si è occupato del trucco prostetico de “il presidente” come prosthetic make-up designer con Federica Castelli come prosthetic make-up key artist hanno fatto parte del team Elisabetta Zanieri, Denise Boccacci, Sendy Kumalakanta Lenardic, Elisa Ferrotto, Mattias Tobiasson, Alessandro La Mosca Ambrosini, Denise Boccacci, Stefano Borella, Camilla Cavenaghi, Christian Colombo, Arianna Ferrazin, Giorgia Leanza, Davide Dave Marino e Chiara Solina.

Al progetto hanno lavorato anche Roberto Maria Paglialunga, Massimilano Duranti, Arianna Palmucci, Maurizio Millenotti, Fiordiligi Focardi. Un grazie anche al sostegno di @spaziomust Saronno e @docservizi Soc. Coop.

09012020

2 Commenti

  1. Grazie per l’articolo! ?
    Voglio rafforzare ancora di più il ringraziamento speciale allo Spazio Must di Saronno, che nonostante le mille difficoltà (burocratiche e non) ci supporta da ormai più di 3 anni credendo in quello che facciamo.
    Speriamo che la visibilità di questo progetto porti alla luce il fatto che nella nostra città girano tanti talenti in molti settori che spesso sono costretti ad arrangiarsi senza aiuti né strutture organizzate (come è stato per noi per molti anni prima di incontrare Spazio Must) , e speriamo che prima o poi chi ne ha potere si preoccupi di aiutare seriamente e concretamente a far sì che ci siano sempre più le condizioni per poter svolgere queste attività al meglio e per poter coltivare questi talenti.

Comments are closed.