SARONNO – “Martedì 14 gennaio una donna, passeggiando nei pressi del Parco Altomilanese, l’area naturale che interessa i comuni di Legnano, Busto Arsizio e Castellanza, ha notato dei sacchi in apparenza pieni di spazzatura. Incuriosita si avvicinava e scopriva che nei sacchi c’erano tre cani morti, uccisi tramite sgozzamento, si presume per estrarre il microchip”. Lo riferiscono gli attivisti del movimento Cento per cento animalisti.

Le crudeltà nei confronti degli animali, soprattutto in zona, non si contano più. Questa però, secondo noi, è tra le peggiori, dato che quei tre cani avevano sicuramente un proprietario che non ci ha pensato due volte a sbarazzarsene eliminando l’unica possibilità di risalire a lui estraendo il microchip, nel modo più crudele. Siamo convinti che il responsabile non abita molto lontano da dove ha lasciato i sacchi contenenti i poveri animali, se l’autorità competente si mette d’impegno, il colpevole si troverà, in caso contrario il nostro movimento mette a disposizione un premio di 1000 euro a chi fornirà indicazioni utili per risalire a lui. La sparizione di tre cani da una casa, una villa o un condominio, non passa inosservata, soprattutto dai vicini, chi ha notato qualcosa si faccia vivo, grazie.

16012020