SARONNO – L’autorizzazione è arrivata ieri sera e oggi i preparativi continuano per garantire il rispetto della tradizione con il massimo impegno per la sicurezza. I volontari del gruppo Sant’Antoni de Saronn sono al lavoro per il falò.
E’ una tradizione saronnese che si era persa nel corso degli anni e che il gruppo quando ha fatto rinascere la rievocazione ha deciso di far tornare viva. E’ il quinto anno che si accende il falò. I volontari chiedono sempre le autorizzazioni, a Saronno non ci sono limitazioni per l’inquinamento, e garantiscono il pieno rispetto delle normative di sicurezza. Tutti gli anni sono presenti i volontari della protezione civile armati di estintori. Non solo la dimensione della catasta è studiata in modo da non creare problemi e soprattuto da essere facilmente controllabile. Come tradizione protagonisti saranno i figuranti che anche per quest’edizione hanno fatto vivere il borgo contadino e tutte le tradizioni saronnesi. Qui il programma del pomeriggio con le benedizioni di auto ed animali.

L’appuntamento per tutti è alle 20,30 quando il gruppo bandistico di Saronno sarà protagonista di un’esibizione. Alle 21,15 l’accensione del falò con all’interno tutti i desideri dei saronnesi.
17012020

6 Commenti

  1. questa è la dimostrazione della inefficienza di questa amministrazione, non guarda alla salute dei cittadini ma a soddisfare gli organizzatori che voteranno in massa per i fagioli

  2. “A Saronno non ci sono limitazioni per l’inquinamento” … risate a crepapelle.

Comments are closed.