SARONNO – Addio degrado sulla tangenzialina esterna di Saronno, la strada che collega Rovello Porro con Ceriano Laghetto correndo nelle campagne saronnesi.

Ieri mattina sono arrivate due due squadre di operai nella raccolta dei rifiuti abbandonati e nel taglio dell’erba. Purtroppo sulla lunga tangenzialina i rifiuti abbandonati e il degrado sono visibili un po’ ovunque.

La situazione decisamente critica dell’arteria creata come opera connessa della Pedemontana che se da un lato si è rivelata una vera panacea per il traffico della Cassina Ferrara dall’altra ha dato origine ad un vero e proprio buco nero per i rifiuti domestici indesiderati. Praticamente in tutte le piazzole di sosta create a lato della strada si trovano rifiuti di ogni tipo.

Fin dall’apertura dell’arteria sia l’Amministrazione comunale di Saronno sia quella di Ceriano Laghetto si sono impegnate per sollecitare l’intervento della Provincia di Como competente per la pulizia. Se l’ex sindaco Dante Cattaneo ha realizzato alcuni interventi di pulizia con volontari, gli ispettori ambientali di Saronno su input dell’assessore all’Ambiente Gianpietro Guaglianone hanno setacciato in diverse occasioni i sacchi arrivando anche a multare diversi “proprietari”. Per velocizzare l’intervento Saronno ha messo a disposizione della Provincia di Como la piattaforma ecologica di via Milano nella speranza di rendere più frequenti, efficaci e tempestivi gli interventi di pulizia.

Recentemente l’assessore all’Ambiente Guaglianone ha scritto una missiva sollecitando l’intervento dell’ente locale ed la stessa cosa ha fatto il sindaco di Ceriano Laghetto Roberto Crippa. Alle lettere sono seguite anche solleciti telefonici. Il risultato è stato l’intervento di pulizia realizzato nella giornata di ieri salutato con un plauso dagli automobilisti di passaggio.

“Si tratta di una delle principali vie di collegamento tra Saronno, Ceriano e Comasco – spiega Guaglianone – noi come Amministrazione stiamo facendo il possibile sollecitando la provincia di Como quando la situazione si fa critica e soprattutto realizzando controlli, come di nostra competenza, con gli ispettori ambientali. Anche con la nuova gestione della piattaforma ecologica abbiamo garantito la disponibilità ad fornire supporto logistico agli uomini della provincia nella speranza che i loro interventi possano essere più frequenti ed efficaci”.

16012020

4 Commenti

  1. 1) possibile che tutto quello che fanno loro è straordinario? Pure io ho chiamato in comune e vorrei prendermi un po’di notorietà
    2) adempiere a doveri di cittadini e politici è straordinario? Andiamo bene
    3) ma non ho capito, ci sono telecamere?
    4) mettete autovelox, non possono sfrecciare a150 km/h impuniti. Ok i rifiuti ma il circuito di Monza è da un’altra parte

Comments are closed.