SARONNO – Grandi manovre in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera a Saronno. Cosa sta succedendo? Se lo chiede il consigliere comunale indipendente saronnese Alfonso Indelicato. Ospitiamo il suo intervento.

Quando ero bambino i giochi elettronici erano di là da venire. Quando ero ragazzo, pure. Il top della tecnologia disponibile era costituito dai trenini elettrici, che in verità non mi entusiasmavano. Giocavamo a certi giochini un po’ di abilità un po’ di pazienza, che oggi farebbero sorridere. Uno di questi era “il gioco del quindici”.

Consisteva in una tavoletta quadrata di plastica con i bordi in rilievo, sulla quale erano disposte quindici piastrine pure di plastica, con i numeri disegnati  sopra. Quattro piastrine su ciascuna delle prime tre file, tre sulla quarta. La quarta casella della quarta riga rimaneva senza piastrina, dunque vuota.

Poiché tutte le piastrine erano mobili, potevano spostarsi verticalmente come orizzontalmente: il movimento, naturalmente, era reso possibile dalla casellina vuota. Il gioco consisteva nel rimescolare tutte le piastrine e poi riuscire a ricollocarle, il più rapidamente possibile, nell’ordine numerico. Mi è venuto in mente, quel gioco lontano nel tempo oggi cianfrusaglia da mercatino delle pulci, col parossistico scorrere sulla tavoletta, su e giù, da destra a sinistra e viceversa, dall’alto al basso e viceversa, dei quadratini numerati, assistendo ai traslochi in corso nel centrodestra saronnese e nell’intera provincia varesina, non escluse alcune propaggini extra provinciali.

C’è chi da destra si sposta a sinistra, voglio dire alla sinistra della destra. Chi stando alla sinistra della destra, nel momento in cui accetta vicino a sé chi viene dalla destra-destra, si ritrova più a destra anche lui. Chi spostandosi verso sinistra abbandona in parte la sua collocazione storica. Chi va, orizzontalmente, da una destra a una destra un po’ diversa. Chi semplicemente scompare. Chi nella destra entra senz’altro, poi ne esce e successivamente vi rientra. Chi si sposta a destra perché ritiene che da quella posizione presto inizierà a scorrere verso la fila più in alto.

Che confusione. Ma infine il quadro si ricomporrà, in qualche modo. Anche se qui termina, temo, il parallelismo con il gioco del quindici, nel quale dopo tanto movimento si raggiungeva un ordine perfetto, quello dei numeri. Laddove nel centrodestra saronnese l’ordine si fonderà sui soliti, desolanti compromessi.

 
Alfonso Indelicato

Consigliere Comunale indipendente eletto a Saronno

27012020

3 Commenti

  1. come si dice, a volte il silenzio è d’oro … per quanto riguarda le in particolare nella giornata odierna

  2. Bene solo due considerazioni
    stiamo bassi abbiamo solo dieci dita e forse oggi il gioco del 15 con questi politici creerebbe difficoltà.

    Poi invece per me non è facile rispondere ogni giorno ad una esternazione difficile da capire se fatta da un “politico” che ha spostato la sua casella.

  3. certo che parlare di spostamenti per uno che ne è maestro, sempre pronto a tutto pur di rimanere a galla

Comments are closed.