SARONNO – Leonardo Cazzaniga ricorrerà in appello, contro la sentenza di ergastolo pronunciata l’altro giorno nei suoi confronti al tribunale di Busto Arsizio, era il processo di primo grado. Nell’immediatezza, in aula, i legali di Cazzaniga hanno definito il loro assistito come “molto provato” dicendo di non “condividere” l’esito del processo e di essere in attesa di leggere le motivazioni della sentenza, ed in questo modo facendo profilare un ricordo di fronte alla Corte d’Appello di Milano.

Leonardo Cazzaniga, medico veterano dell’ospedale di Saronno e residente a Rovellasca, è accusato della morte di pazienti del pronto soccorso, e anche di avere concorso all’omicidio tramite somministrazioni di farmaci di altre tre persone, famigliari della sua amante. Era stato arrestato dai carabinieri della Compagnia cittadina nell’ambito dell’operazione “Angeli e demoni” che era stata messa a segno dai carabinieri della Compagnia di Saronno del maggiore Giuseppe Regina, dopo lunghe e delicate indagini.

(foto: Leonardo Cazzaniga al tribunale di Busto Arsizio nel giorno della sentenza)

30012020