SARONNO – “75 anni fa, il 30 gennaio del 1945, le donne italiane conquistavano il diritto al voto. Grazie alle prime donne in Parlamento la nostra Costituzione ha avuto uno sguardo attento ai bisogni della comunità e delle persone più fragili”. Così Maria Chiara Gadda, parlamentare del varesotto ed esponente di Italia viva.

Prosegue Gadda: “Fu un passo decisivo nel lungo percorso per la parità, non ancora concluso. Dedico questa giornata a tutte le donne e agli uomini che ogni giorno lottano per i diritti civili e sociali, e per la parità di genere, di opportunità e di retribuzione, unica vera strada per essere una piena democrazia”.

Il diritto di voto alle donne fu introdotto nella legislazione internazionale nel 1948 quando le Nazioni unite adottarono la Dichiarazione universale dei diritti umani. Il primo Stato europeo a riconoscere il suffragio universale fu il Granducato di Finlandia, con le prime donne elette in parlamento nel 1907.

(foto: la parlamentare Maria Chiara Gadda di Italia viva)

31012020