SARONNO – Tutte le compagnie marittime, delegati da dieci regioni e tante autorità: sala gremita all’Hotel Della Rotonda in via Novara per il convegno “Continuità territoriale per la Sardegna – l’impegno degli emigrati sardi in Italia” organizzato dal circolo saronnese Grazia Deledda.

Tra i presenti il sottosegretario ai trasporti Salvatore Margiotta, Alessandra Zedda vice presidente della Giunta regionale sarda, il consigliere regionale Samuele Astuti, il sindaco Alessandro Fagioli, il primo cittadino di Caronno Pertusella Marco Giudici e l’ex presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi.

“E’ in scadenza l’accordo Stato/Compagnie Aeree da e per la Sardegna e il nuovo contratto sulla Continuità Territoriale aerea stenta, è il caso di dirlo, a decollare – spiegano gli organizzatori – Il contratto sulla Continuità Territoriale marittima, detenuto dalla Compagnia Tirrenia, scade nel luglio 2020, in piena stagione estiva, ad oggi non si intravede nessun spiraglio ne per un rinnovo ne per un nuovo bando. Questa situazione di stallo nel definire quali saranno i trasporti da e per la Sardegna, sia aerea che marittima, ha già fatto lievitare in modo incredibile i prezzi di trasporto”.

E per questo è stato organizzato l’incontro che affronta il tema della battaglia dei sardi e degli emigrati che pur essendo una ricchezza per tutto il Paese sono penalizzati proprio dal modo dal tema trasporti.

Dopo i ringraziamenti il presidente del Circolo saronnese Luciano Aru ha sottolineato come la partecipazione sia andata oltre ogni aspettativa.
Il sindaco Fagioli è partito, nel suo intervento, dalla presenza di 349 sardi tra i residenti saronnesi “a cui vanno aggiunti nipoti e figli”: “È una comunità attiva e in prima linea nella realtà saronnese”

15022020