CARONNO PERTUSELLA – Prosegue la striscia di vittorie per la Rossella ETS Caronno Pertusella, che vince il derby contro la Pallavolo Saronno 3-1 (25-14, 24-26, 25-12, 25-15).

Lualdi che si affida lo stesso a un acciaccato Coscione (problema al polpaccio) con Priore ad agire come opposto, le bande sono Canzanella e Gaggini (ancora out Lualdi), Buratti e Piccinini al centro, Cerbo libero. Leidi che risponde con Menardo-Olivati diagonale palleggio-opposto, Laneri e Fontana a schiacciare e ricevere, Falanga-Ravasi al centro, libero Carrara. Muro di Buratti su Falanga e primo break di Caronno per il 7-5. Rossella ETS che macina punti picchiando forte dai 9 metri: ace di Priore e 15-9. I ragazzi di Lualdi tengono su tutto in difesa, e con Gaggini trovano il 20-12. Il set si chiude con una tesa al centro per Buratti che va a segno: 25-14.

Dopo un ottimo avvio di secondo parziale è Caronno che si porta avanti con un ace di Canzanella: 5-4. Cortocircuito nel campo dei gialloblù, che con 2 errori consecutivi regalano l’11-8 a Saronno. Muro di Olivati su Canzanella che porta i biancoblù sul 16-13. Ancora una volta è l’opposto di Saronno a mettersi in luce, siglando il punto del +3 (20-17). Il parziale si fa concitato, con una situazione poco chiara che porta l’arbitro a concedere il 23-19 a Saronno. È qui che si spegne inspiegabilmente la luce per gli amaretti, che si fanno rimontare con il 23-23 firmato da Canzanella. Ma è ancora Olivati a porre il suo nome sul destino set, con il punto finale che regala il 26-24 e l’1-1 a Saronno.

Terzo set che comincia con un altro piglio da parte della Rossella ETS, che doppia Saronno (8-4) con un muro di Gaggini. Leidi prova la carta Perissinotto, ma Caronno si esalta e consolida il vantaggio: 15-8. Ace di Priore per il 18-8. Il parziale si avvia inevitabilmente alla conclusione in favore dei gialloblù: 25-12 con un ace di Gaggini mattatore.

È immediato lo sprint nel quarto set di Caronno, che trova il 3-0 con Gaggini. Leidi è costretto a chiamare il time-out sull’11-5 per Caronno. Sul 15-9 Saronno perde anche Ravasi, che si fa espellere per aver applaudito ironicamente l’arbitro dopo una palla contestata. Saronno non trova le forze per reagire e soccombe: 25-15.