LIMBIATE – Con un ritardo sulla tabella di marcia, ma sono quasi pronti i tre appartamenti in Edilizia Residenziale Pubblica realizzati nella dimora limbiatese di Cascina Dandolo.

L’edificio situato in via Val Gardena è una costruzione del XVIII secolo e quindi considerata “dimora antica” e, come tale, soggetta ai vincoli storico-architettonici. A causa del parziale crollo del tetto della struttura, l’amministrazione comunale ha programmato un intervento di recupero che è stato valutato e approvato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano, ipotizzando la realizzazione al suo interno di tre alloggi bilocali (uno al piano terra, uno al primo piano e uno con ingresso al piano terra e zona notte al primo piano) da destinare all’Edilizia Residenziale Pubblica. “Siamo certamente soddisfatti di aver sanato le condizioni di un immobile ormai in decadenza – commenta il sindaco Antonio Romeo – ma anche pericoloso dal punto di vista strutturale e, allo stesso tempo, di aver incrementeranno il nostro patrimonio di case comunali: entro sei mesi avremo tre nuovi alloggi che entreranno nel sistema degli affitti attraverso il consueto bando”. L’intervento, finanziato per 320 mila euro dal comune di Limbiate e dalla Regione Lombardia (che ha stanziato 175 mila euro), doveva concludersi un anno fa, ma alcuni problemi legati alle fondamenta hanno costretto il cantiere ad interrompersi e il nuovo termine è ora previsto per la fine del prossimo mese di marzo.

20022020