SARONNO – “Tutti pronti a criticare Tosi, Guaglianone e Fagioli per il convegno in Villa Gianetti ma io ero presente e devo precisare che è stata una serata piacevole e tranquilla, fatta di sorrisi e strette di mano. Di certo non ero seduto in un’aula composta da razzisti ed antisemiti che inneggiavano a Hitler, all’istigazione all’odio e al non diritto dell’esistenza dello Stato ebraico”.

Sono le parole di Paolo Bocedi che torna a parlare del convegno a Villa Gianetti che ha provocato la contestazione dell’Anpi e dure prese di posizione.

In particolare Bocedi replica alle dichiarazioni di Francesco Banfi: “Non conosco il signor Banfi se non per una polemica da lui sollevata su ” sei di Saronno se” un mesetto fa sul problema Telos. Credo che troppo facilmente si accusi di “antisemitismo, di intolleranza, di razzismo e di istigazione all’odio. Quella sera a villa Gianetti ero presente per salutare i relatori e l’amico Andrea Colombo ex sindaco di Travedona Monate. Con Andrea in passato abbiamo organizzato moltissime iniziative contro la criminalità organizzata e contro il racket delle estorsioni fino alla giornata del 23 maggio 2019 in occasione della strage di Capaci davanti ad oltre 400 studenti attenti e sensibili sul problema della legalità e della mafia presente nelle nostre zone”.

E conclude: “Ero presente e non sono ne fascista, ne razzista e ne antisemita. Sono però deciso e fermo contro la presenza di delinquenti e di spacciatori di droga nella città in cui vivo dal 1974”.

21022020

14 Commenti

  1. Sono ancora più felice di aver partecipato al presidio dell’Anpi.Meglio guardare la luna della libertà che il dito di questo giustiziere.

    • Giustiziere ? Una persona che lotta per la libertà di tutti i cittadini , che aiuta persone che aiuta vittime dell’usura e del racket??? Lei ha dei grandi problemi!

      • Si ho grandi problemi,ho anche il virus dell’antifascismo e del l’anarchia.sono incurabile e destinato a morire con i miei problemi che magari sono anche i suoi.

  2. Ma si riuscirà un giorno ad avere una Destra europea? Tradizionalista, conservatrice di valori, ma anche fedele alla Repubblica, europeista, leale alla Costituzione?

  3. Eccone un altro che si arrampica sui vetri. Fare il saluto romano e festeggiare il compleanno di Hitler sono fatti INACCETTABILI. Punto. Ancora ve lo dobbiamo dire ?

  4. Fino a quando ci saranno persone che commentano in questo modo, la guerra, non sarà mai finita, piantatela, non pensate al passato, ma al futuro !

    • Il futuro dipende dal presente è dal passato, evidentemente la storia non dev’essere stato il tuo forte a scuola

  5. Chissà quando potremo leggere concetti sensati senza appropriazioni di paternità esclusiva e continui auto elogi per quello che si svolge. Chi dedica qualcosa agli altri lo fa perché o ci crede veramente o lo fa per impegnare il tempo.

Comments are closed.