ROVELLO PORRO – Coronavirus, lettera aperta del parroco di Rovello Porro, don Fabio Molteni, originario di Cislago e che è stato anche insegnante al collegio arcivescovile “Castelli” di Saronno, ed ha prestato la propria opera alla comunità pastorale del Santo Crocifisso a Tradate.

E’ stata pubblica sul sito ufficiale della parrocchia e rilanciata anche sui social network. E’ anche un messaggio di speranza, che pubblichiamo integralmente.

Molti mi chiedono cosa sarà dei prossimi giorni, ma io non lo so. Credo però ancora in una parrocchia che, in giorni difficili come questi, ci dia fiducia e non ci schiacci con il peso della paura e dell’indifferenza, ma che ci offra una dimensione umana e spirituale dove trovare un Dio che in libertà ci capisca e ci aiuti.

In questi giorni bui dobbiamo fermamente credere in Gesù perché Lui sa operare tra noi quello che realmente ci serve: non dobbiamo avere la paura e l’ansia in attesa che tutto passi in fretta, ma sarà ancora Lui, Gesù, a liberarci da tutto questo con risultati che andranno ben al di là di quanto sapremmo fare noi, da soli… pieni di paura.

Quando al mattino mi alzo, vi penso preoccupati nell’iniziare un nuovo giorno così, sapendo bene che non si è felici in ambienti e spazi chiusi… ma, credetemi, noi siamo sempre accompagnati dalla sua Presenza: “Signore, dove andremo…tu solo hai parole di vita eterna…”
Alla sera, alle 19, quando sentite il suono delle campane, andate con la mente al nostro Santuario e con il vostro parroco dite un’Ave Maria, per noi e per il mondo. Vorrei che, finito tutto questo, ci rincontrassimo pronti a camminare ancora insieme, per continuare quanto di bello abbiamo iniziato. Ho bisogno di voi per crescere, per scegliere, per capire come Dio ci ama…

Forza: sono tanti i fatti e le situazioni che ci dicono che, nonostante tutto, Dio ci è ancora vicino. Vi benedico, vi abbraccio, vi aspetto…

Il vostro parroco, don Fabio

26022020